Un gioco per l’estate: le lettere delle eroine

Penelope, asssediata dai pretendenti mentre tesse, non se li fila (opera di John William Waterhouse)

Penelope, asssediata dai pretendenti mentre tesse, non se li fila (il dipinto è di John William Waterhouse)

di giuliomozzi

Come ormai è quasi tradizione, anche per questa estate 2016 c’è il gioco di scrittura di vibrisse.

Tra il 5 a.C e l’8 d.C. Publio Ovidio Nasone scrisse e fece circolare una serie di lettere (in versi) intitolata complessivamente Heroides, ovvero Eroine. Si trattava di lettere (ovviamente immaginarie) attribuite a famose eroine della mitologia greca: da Penelope ad Arianna, da Briseide a Medea, ec.; rivolte, naturalmente, ai rispettivi partner (da Ulisse a Teseo, da Achille a Giasone, ec.). Sono molto belle.

Allora, il gioco è questo:
– scegliete un’eroina di romanzo, da Lucia Mondella a Anna Karenina, da Emma Bovary a Elizabeth Bennet, a vostro piacimento;
– immaginate che, in un determinato momento della sua storia, la vostra eroina scriva al suo partner (o futuro partner, o promesso partner, o ex partner: dipende dalla vostra scelta);
– scrivete la lettera;
– mandàtela all’indirizzo letteredelleeroine@gmail.com;
– entro il 30 luglio 2016;
– e disponetevi in attesa.

Non appena avrò un sufficiente corpus di lettere, comincerò a pubblicarle. Escluderò quelle che mi sembreranno proprio brutte; eventualmente chiederò ad autrici e autori piccoli interventi sul testo, eccetera.

In particolare:
– le lettere potranno essere in prosa o in versi; se in versi, potranno adottare forme chiuse o forme aperte;
– non dovranno essere necessariamente lettere sentimentali o lettere d’amore
– non c’è limite di lunghezza;
– le lettere potranno rispettare il “mondo” del romanzo di provenienza oppure esplicitamente parodiarlo (niente vi impedisce, a es., di immaginare una Lucia Mondella cassiera di supermercato insidiata dal direttore del supermercato stesso, e così via): ma sia chiaro che anche nella parodia è necessaria la coerenza.

Serve altro? Ho dimenticato qualcosa? C’è qualcosa che non si capisce?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...