Posts Tagged ‘Philip Ó Ceallaigh’

“Taxi” (da “Appunti da un bordello turco”), di Philip Ó Ceallaigh

26 maggio 2016

3-1-e1461142662157-494x741«Sono andato sulla costa per una settimana. Mica l’ho detto a mia moglie. Non m’andava di discuterci. Ha visto la sacca e i vestiti da donna che ci stavano dentro. “Regali per la tua troia” ha detto lei. Ma una donna non ha rispetto per il suo uomo finché non si fa un’amante. Se un uomo ha un’amante può tornare dalla moglie rilassato e fresco. Stabilizza la relazione, ed è una cosa che alla donna dovrebbe esser chiara senza sbandierargliela troppo in faccia. Non va mai discussa con la donna. Se rispondi a una sola domanda le dài il diritto di investigare e questo porta solo a discussioni inutili. Quindi sono andato in vacanza con un’altra. Lavoro in un ambiente particolarmente tossico, capisci?, costantemente esposto alle tentazioni. Specialmente con questo tempo. Ho ragazze bellissime che salgono sul mio taxi con indosso gonne corte. Vedo un sacco di carne nuda femminile ed è difficile alle volte non stare lì a fissarla. Abbiamo le donne più belle del mondo in questo paese. È una benedizione, ma crea anche problemi.»

Se volete leggere tutto il racconto Taxi (tratto dal libro Appunti da un bordello turco, di Philip Ó Ceallaigh), cliccate qui. Se volete leggere tutto il libro, o se comunque siete un po’ incuriositi, date un’occhiata al sito delle edizioni Racconti.