Posts Tagged ‘Narrazione’

La mappa del narratore

13 marzo 2013

Dal servizio Mappe di Google

Dal servizio Mappe di Google

di Valter Binaghi

Dando per acquisito l’impiego metaforico dei termini “mappa” e “itinerario” (vedi l’articolo precedente: Scritture, la mappa e il percorso) riferibili rispettivamente a ciò che vi è di esteso e statico nella conoscenza e a ciò che vi è di personale e dinamico nella narrazione, la domanda che segue è: quali mappe utilizza quel tipo di pellegrino che è il narratore, che uso ne fa, e come è possibile renderne più consapevole ed efficace l’impiego?
Intanto non sfugga al lettore che stiamo parlando di mappe, al plurale. Infatti, i sistemi di conoscenze che un narratore utilizza sono più d’uno.
Innanzitutto c’è il sistema della lingua, che l’autore ha in comune con la comunità di parlanti cui si rivolge, ma di cui fa un uso personale e non replicabile (cfr. la distinzione di De Saussure tra langue e parole). La conoscenza della lingua comprende anche termini desueti per non dire arcaici, oltre agli stereotipi d’uso più comune: per questo Leopardi ne “L’infinito” potè scrivere “ermo colle”, anzichè “colle solitario” o “isolato”. Siamo tutti italiani, certo, ma ognuno di noi parla una sua lingua, e lo stile irripetibile dell’artista è la prova migliore della sua originalità.
In secondo luogo c’è il sistema di conoscenze naturali, storiche, sociali e religiose, anch’esso condiviso dai membri di una comunità anche se ovviamente non con l’identica precisione e padronanza (un conto è sapere di Giulio Cesare da un sussidiario delle elementari, un conto è aver letto il De bello civili). Questo sistema, che possiamo definire l’enciclopedia, contiene anche le diverse opzioni che rendono alcune nozioni problematiche. Per esempio sapere cos’è il fascismo può significare aver presente il giudizio che ne hanno dato dei contemporanei come Mussolini, Croce, Gentile o Gramsci, ma anche storici più recenti come Renzo De Felice.

(more…)

Scritture: la mappa e il percorso

10 marzo 2013
Caspar David Friedrich: Il viandante

Caspar David Friedrich: Il viandante

(more…)

L’esperienza, la narrazione, le nude cose, l’invenzione (e tutto il resto, compreso il dio)

1 luglio 2009

di giuliomozzi

[Questo testo fu scritto per essere letto in pubblico, nel 2004. Nel pubblicarlo qui ora l’ho modificato un poco. In fondo al testo, due immagini spiegano tutto. gm].

Buona sera.
Questa sera non vi leggerò un racconto o un brano di romanzo. Vi leggerò invece un testo nel quale cerco di dire qual è la relazione, secondo me, tra l’esperienza e la narrazione.
Di questo testo che sto iniziando a leggervi, non sono tanto sicuro. È venuto fuori un testo un po’ filosofico, e io non sono molto competente in filosofia. E poi ogni volta che provo a parlare di questa cosa, di esperienza e narrazione, finisco col dire delle cose un po’ diverse.
In somma: non sono in grado di offrirvi un pensiero perfettamente definito. Sono in grado, al massimo, di dirvi che tipo di pensieri si agitano nella mia mente.
Vado per punti, dicendo: «Uno, due, tre…», non perché il mio pensiero sia sistematico (ve ne accorgerete) ma perché inizio raccogliendo pensieri davvero molto sparsi.

(more…)