Posts Tagged ‘Moamed Atta’

Moamed Atta nel niente (da Il mio nome è Legione)

11 settembre 2009

di Demetrio Paolin

[Per ricordare l’ottavo anniversario dell’11 settembre ho pensato di pubblicare qui due brani del mio romanzo Il mio nome è Legione. In questi due brani si leggono gli appunti che Demetrio, il protagonista, ha preso visitando l’aeroporto di Casale Monferrato, dove si diceva, falsamente, che Moamed Atta avesse preso il brevetto da pilota. dp]

Settembre 2001, 13/14 (a Casale Monferrato)

Casale Monferrato è infossato in una conca. Quando ci arrivi passando da Moncalvo, uno s’accorge di questo fatto. La città non sembra scossa, più che una città è un grosso paese, di quelli concreti e contadini.
L’autunno, in questo settembre, è smagliante.
Presagisce la natura quello che sta per accadere? Sente la natura? Vive la natura? Le colline intorno a Casale e al suo aeroporto – c’ho messo un po’ a trovarlo – sembra siano indifferenti. Eppure qui s’è giocato qualcosa che ha sconvolto il mondo. La natura è indifferente al male o al bene, allo sfacelo o alla gioia.
La natura non sente niente è questo il suo male. Il campo volo di Casale Monferrato non tradisce. È verdissimo il prato, ha intermittenze come se fosse uno specchio e riflettesse.
Moamed Atta potrebbe aver camminato qua.

(more…)