Posts Tagged ‘Arnold Mandel’

“Davide” di Carlo Coccioli recensito in prima pagina da “Le Monde”

28 gennaio 2009

di Jacqueline Platier

[Questo articolo di Jacqueline Platier, e il successivo di Arnold Mandel, sono apparsi nel quotidiano Le Monde, in prima pagina, l’11 novembre 1978].

L'articolo che qui traduciamo è quello in basso a destra.

L'articolo che qui traduciamo è quello in basso a destra.

Ecco una nuova e sorprendente avventura: il re Davide torna tra noi. Non si tratta di una nuova traduzione dei Salmi o del Libro di Samuele o del Libro dei Re, nei quali si iscrivono la sua poesia e la sua epopea. Lo scrittore Carlo Coccioli si è lasciato invadere da questa grande figura dei tempi antichi. Ha prestato a Davide la sua voce, la sua anima e, non senza ardimento, ha composto per lui delle Memorie* postume.
In questo genere letterario si è resa illustre Marguerite Yource- nar. Tra le Memorie di Adriano e le Memorie del re Davide, l’accosta- mento è inevitabile. E le seconde reggono il paragone con le prime. Non che i due libri si somiglino: più filosofica, più da storica la creazione di Marguerite Yourcenar; più lirica, più carica di sentimento religioso quella di Carlo Coccioli.

Ma non siamo nello stesso universo. L’impero romano agonizzante differisce profondamente dai primi tempi biblici, dove tutto era segnato dal sigillo dell’Eterno.

Lo spirito religioso non manca a Marguerite Yourcenar: ma Carlo Coccioli, lui, vi è immerso. Italiano d’origine e ovviamente cattolico, è cresciuto in Libia, a contatto con l’Islam. Fin dai suoi esordi letterari è etichettato come scrittore cattolico. Trascorre lunghi anni in Francia e il francese diventa per lui una seconda lingua materna. Scrive i suoi libri indifferentemente in italiano e in francese. Da Parigi emigra in Messico, dove ben presto si esprime con altrettanto agio in spagnolo. Frequenta la comunità ebraica di Città del Messico e si converte all’ebraismo. Il tormento di Dio, suo penultimo libro, registra questa trasformazione. Eccolo dunque scrittore in possesso di tre lingue e capace di sposare la spiritualità di tre religioni.

(more…)