Posts Tagged ‘Alessandro Lise’

“Oracolo manuale per scrittrici e scrittori”

3 Mag 2019

Giulio Mozzi, Oracolo manuale per scrittrici e scrittori, Sonzognodi Giulio Mozzi

E’ in libreria da un paio di settimane, pubblicata dall’editore Sonzogno, questa cosa qui, che si chiama Oracolo manuale per scrittrici e scrittori. E’ una cosa nata quasi come uno scherzo: era il giugno dell’anno scorso, stavo in treno, stavo andando a Venezia – dove ha sede l’editore Marsilio, per il quale lavoro – e rimuginavo sul fatto che da tempo desideravo fare qualcosa che somigliasse alle Oblique Strategies di Brian Eno (più spiegazioni qui) o almeno almeno al Libro delle risposte di Carol Bolt (del quale oggi si trova in commercio solo l’edizione minore).

La sostanza è: stai facendo qualcosa, devi prendere una decisione, hai un problema che non riesci a risolvere. Ti rivolgi al mazzo delle Oblique Strategies o al Libro delle risposte, peschi una carta a caso o apri una pagina a caso, e ci trovi un suggerimento, una domanda, una suggestione. Ti ci confronti.

(more…)

Dalla Bottega di narrazione / Alessandro Lise

27 ottobre 2011

[Come ho spiegato qui, pubblico in questi giorni una serie di estratti dai lavori in corso degli “apprendisti” della Bottega di narrazione. Per leggere tutti gli estratti finora pubblicati, cliccare qui. gm].

Alessandro Lisebrekane [*] è nato a Padova il 3 giugno del 1975. Con lo pseudonimo Alessandro Lise scrive fumetti di difficile reperibilità.

Il romanzo cui sto lavorando da gennaio si compone a tutt’oggi di non più di venti pagine. Racconta il difficile trasloco della famiglia Tschurtenthaler da un quartiere all’altro della città di Padova, nel 1989, durante un’invasione aliena di cui quasi nessuno si accorge. Ho passato quest’anno di bottega ad accumulare materiale e a cercare un modo di metterlo assieme. Non è detto che io l’abbia trovato. Ma la presenza e il supporto di un gruppo così motivato e amichevole ed energico (e simpatico, e fraterno, ed energetico) ha fatto sì che questo lavoro – che mi appariva man mano: difficile, inumano, irrealizzabile, ecc. – mi risulti oggi quantomeno possibile. Insomma, come dice Gene Wilder: “Si. Può. Fare.” Non è, per il mio carattere, un risultato da poco.
Quello che qui viene pubblicato è il primo capitolo. (a.l.)

Il dio della bicicletta
di Alessandro Lise

Sono il dio della bicicletta, sono il re del manubrio, il signore dei pedali, il ragazzo bionico metà carne metà bicicletta; il telaio è la mia estensione, la sella il mio trono; tocco l’asfalto con i copertoni, sento il calore della strada, la ruvidità, le minime imperfezioni dell’asfalto; le camere d’aria si gonfiano, si sgonfiano al mio respiro, portano ossigeno al movimento; il mio sistema muscolare è una catena ingrassata.

(more…)

Che cosa mi tocca fare

3 agosto 2009

di giuliomozzi

Il quotidiano L’Unità pubblica a puntate una storia a fumetti già uscita per le edizioni Becco giallo di Pordenone. Si tratta di Quasi quasi mi sbattezzo, sceneggiato da Alessandro Lise e disegnato da Beto (Alberto Talami).

(more…)