Qui comincia

by

Number57

24 Risposte to “Qui comincia”

  1. acabarra59 Says:

    “ 31 ottobre 1991 – Nel 1957 io presi la licenza di terza media. Era un anno tristissimo. Le lezioni della mia sezione si tenevano se mi ricordo bene in un’aula del Convitto Tolomei, immensa e buia. Come i programmi di studio. Con la licenza io acquisii il diritto ad uscire all’aperto. Ci fu prima la bicicletta della mamma poi la Legnano. Con il ‘58 cominciò il ginnasio. Nel quale io entrai a vele spiegate. Inoltre lì c’erano le ragazze. “ [*]
    [*] Lsds / 73…

  2. Maria Luisa Mozzi Says:

    Auguri, Giulio.

  3. acabarra59 Says:

    Piccolo equivoco senza importanza. Auguri anche da parte mia.

  4. emanuela Says:

    Auguri!
    Per festeggiare indosserai il copricapo a guisa di granseola?

  5. antoniolamalfa Says:

    augurissimi

  6. marcocandida Says:

    Buon Compleanno!

  7. Ezio Says:

    Evviva

  8. maria Says:

    Si comincia e si continua nel migliore dei modi,la vita è un gran bel dono.

    s

  9. pasott Says:

    Giulio, ti assicuro che rispetto a ieri e all’altro ieri non sei mica cambiato ( notare il mica da perfetta bergamasca) E poi 57 è un bel numero. A me piace.

  10. sergiogarufi Says:

    tanti auguri giulio, ti seguo a ruota

  11. Giulio Mozzi Says:

    Perché, Sergio: ti scappa da ridere?

  12. donatella Says:

    Ad multos annos, Giulio!!!

  13. acabarra59 Says:

    “ Mercoledì 14 novembre 2001 – Oggi è il mio compleanno. Ho cinquantasette anni e dunque, penso, è venuto il momento di mettere la testa a posto. Quale sia il posto della testa io non lo so. Di certo non sotto i piedi. Ma nemmeno per aria. Che io sappia, l’unico posto della testa è sul collo. Non sarà un granché, ma è così. “ [*] [**]
    [*] Lsds / 73…
    [**] Caro Giulio, non ho niente da regalarti. Ti regalo, in mancanza di meglio, il solito diario.

  14. Luisa Says:

    Auguri, giovane Giulio.

  15. sergiogarufi Says:

    no giulio, dicevo “ti seguo a ruota” perché sono poco più giovane di te.

  16. luigi Says:

    Molti auguri, Giulio (ci son passato anch’io, non è grave …)

  17. Giulio Mozzi Says:

    Eh, Acabarra: evidentemente non hai mai letto “Stefanino” di Palazzeschi…

  18. acabarra59 Says:

    “ Lunedì 11 febbraio 2008 – Ieri sera – eravamo già a letto, lei faceva la Settimana Enigmistica, io e le gatte eravamo già pronti a dormire – lei mi ha chiesto: « Come si chiama Palazzeschi? ». « Aldo », ho risposto, senza aprire gli occhi. Ma appena l’ho detto è successa una cosa strana: ho « rivisto » un libro, anzi una casa, anzi, una stanza. Il libro era Roma, di Palazzeschi. La casa era la mia, la solita, di quando ero ragazzo. La stanza era quella d’ingresso, una stanza senza porte, una stanza di nessuno, c’era il telefono, nero, sul muro, c’era il quadro con le pecore, c’è stato anche il pianoforte, ora ci sono i libri, tanti, abbandonati a se stessi. Quello che ho « rivisto » è stato un pomeriggio, forse d’estate, forse di mezzo secolo fa, è stata una luce, calda, dalla serranda abbassata a metà, è stata una sovracoperta, gialla, con qualcosa di grigio e un titolo: « Roma ». Del libro non so niente, non saprei dire se l’ho mai letto. Della luce so tutto, quella luce, che, lo so, c’è ancora, ma non potrò più vederla come l’ho vista allora – più che una luce era una polvere magica, un incantesimo, un effetto speciale… (Poi ho visto il dépliant Feltrinelli in cui si dice che Pennac ha scritto un Diario di scuola, e così ho pensato che ormai dovrei decidermi: o smetto di scrivere il diario oppure apro una « Scuola di diario ». Oppure niente, proprio un bel niente. Che è sempre la cosa migliore da fare) “ [*]
    [*] Lsds / 73…

  19. Pensieri Oziosi Says:

    Con un giorno di ritardo, auguri!

  20. Giulio Mozzi Says:

    Grazie a tutte e tutti.

  21. カゼムグダルジマニ Says:

    Be’, non è mai tardi per fare gli auguri.

  22. Fernando Nappo Says:

    Mea culpa, lo vedo solo ora: auguri.

  23. enrico ernst Says:

    … e poi il giorno sarà passato, ma l’altro giorno, il giorno dopo e quell’altro ancora, va ancora detto un: auguri. E aggiunto poi: bello averti conosciuto. Che occasione importante… un abbraccio…

  24. la Matta Says:

    Un augurio ritardatario ma qua anche le mail arrivano con lentezza, a grappoli e singhiozzi. Mi fa piacere constatare come su questo asteroide siano ancora validi gli auguri di buon compleanno. Matta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...