“Quello che verrà”, di Michela Fregona / 21

by
Leggi l'ultimo capitolo di Quello che verrà di Michela Fregona

Leggi l’ultimo capitolo di Quello che verrà di Michela Fregona

[Si conclude qui la pubblicazione del romanzo di Michela Fregona Quello che verrà. Immagini a cura di Albergo Bogo]. [Qui si possono trovare tutti i capitoli].

Dicembre è un mese pallido, freddo e arriva sempre troppo in fretta. Da quando il fiorino delle caldarroste è andato in pensione, e nessuno ha rilevato l’attività di Lino Speculino – così soprannominato per la proverbiale generosità dei suoi cartoccetti -, a dicembre, in città, è finito il profumo.
Ci sono i rumori dei martelli che montano le solite casette di legno del mercatino di Natale. C’è il misto alcolico chiodi di garofano-cannella del brulè alla bancarella del circolo sportivo ricreativo (e gli affezionati che consumano in piedi a ettolitri, alla brutta, labbra viola mani livide bicchieri fumanti). C’è l’ennesima polemica sulle luci di Natale – sono belle, sono brutte, erano meglio quelle dell’anno scorso, però con i costi che aumentano, varda come che ‘i ‘a tirà l’albero. ‘l sarà anca moderno, lu, ma a mi me par ‘na porcheria. C’è la notte di san Nicolò, quando qualche nonna, zelante interprete del servitore del santo, si fa prestare dal prete il campanello della messa, e percorre le vie gelate per avvisare i bambini che è ora di andare a letto: guai che Nikolaus e il suo mussetto trovino qualcuno ancora in piedi.
C’è tutto, insomma. Meno l’odore di castagne arrostite.

Continua a leggere l’ultimo capitolo di Quello che verrà di Michela Fregona.

[L’autrice, l’illustratore e il curatore di vibrisse ringraziano per l’attenzione].

Tag: ,

4 Risposte to ““Quello che verrà”, di Michela Fregona / 21”

  1. LetturAttiva Says:

    Un lungo viaggio in cerca di umanità; a volte avvincente a volte stancante. Sono stata in piazza e al freddo, ho annusato gli odori e vissuto la vertigine del ponte. Qualcosa vorrà pur dire circa la capacità di descrivere e di mettere in scena di questa scrittrice.
    Sui dialoghi lavorerei ancora, per riduzione. Qualche taglio più drastico lo meriterebbe la narrazione.
    Però, che vivi i personaggi! Come mi è parso vero nella semplicità e onesto nella denuncia il loro sguardo su quella/una parte del mondo veneto.
    Tra ‘Cuore’ e ‘Cartongesso’.
    Grazie della condivisione; complimenti all’autrice ed auguri di ulteriore scrittura – ricerca.

  2. Donatella Says:

    Ho letto tutte le puntate del romanzo e l’ho trovato un’opera di sincero impegno civile. Mi sono affezionata ai personaggi, al freddo di Belluno e alla quotidianità del Ctp. Volevo fare i miei complimenti a Michela per le sue pagine intense, che mi hanno accompagnata in questi mesi.

  3. Pensieri Oziosi Says:

    Ho finito la lettura. Un bel libro, che merita di esser letto.

  4. Michela Fregona Says:

    Grazie! Sì: sono d’accordo con LetturAttiva, una sforbiciata ci sta ancora (io, in autonomia, ne ho già date quattro, e, se stessimo parlando di capelli, direi che sono state delle buone spuntatine; manca, però, un occhio da fuori: i miei riescono a vedere solo le doppie punte, ormai…). Grazie, di cuore, anche a Donatella e a Pensieri Oziosi per il viaggio di questi mesi: in compagnia si fa più strada!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...