Montale non l’aveva scritta così

by

di giuliomozzi

Prima di Natale abbiamo giocato un po’ con gli a capo e le rime. Ora vi propongo un altro gioco. Leggiamo una celebre poesia di Eugenio Montale:

Non il grillo ma il gatto
del focolare
or ti consiglia,
splendido lare
della dispersa tua famiglia.
La casa che tu rechi
con te ravvolta, gabbia o cappelliera?
sovrasta i ciechi
tempi come il flutto
arca leggera
– e basta al tuo riscatto.

La forma è piuttosto chiara: due periodi (separati dal punto fermo) lunghi ciascuno cinque versi, più un verso di chiusa (separato dal trattino). Rime interne a ogni periodo; rima (come lo scatto di una serratura) tra il primo e l’ultimo verso (che ha una consonanza col terz’ultimo). Versi dispari (quinari, settenari, un novenario, un endecasillabo) tranne il terz’ultimo (senario).

Il punto è che, questa poesia, Montale non l’ha scritta così. Ovvero: le parole sono quelle, l’ordine delle parole è quello, ma tutta diversa è la sistemazione degli a capo. Volete provare a “reinventare” la sistemazione originaria? Lo spazio dei commenti è vostro. E poi la domanda sarà: ma perché Montale ha fatto così? (Lo so che guarderete tutti in Google; ma almeno fatelo dopo).

Tag:

7 Risposte to “Montale non l’aveva scritta così”

  1. Ma.Ma. Says:

    Quindi. Ho copiato tutto. Ho tolto tutti gli a capi per non farmi influenzare e sono andata a orecchio senza pensare:

    Non il grillo
    ma il gatto del focolare
    or ti consiglia,
    splendido lare
    della dispersa tua famiglia.
    La casa che tu rechi
    con te ravvolta, gabbia
    o cappelliera? sovrasta
    i ciechi tempi
    come il flutto arca leggera
    – e basta al tuo riscatto.

    Poi ho riletto e ho provato a pensare pur senza avere gli strumenti della poesia:

    Non il grillo ma il gatto
    del focolare or ti consiglia,
    splendido lare
    della dispersa tua famiglia.
    La casa che tu rechi con te
    ravvolta, gabbia
    o cappelliera?
    sovrasta i ciechi tempi
    come il flutto arca leggera
    – e basta al tuo riscatto.

  2. Valentina Durante Says:

    Non il grillo ma il gatto
    del focolare
    or ti consiglia, splendido lare
    della dispersa tua famiglia.
    La casa che tu rechi
    con te ravvolta, gabbia
    o cappelliera?
    sovrasta i ciechi
    tempi come il flutto
    arca leggera
    – e basta al tuo riscatto.

    Però: quando versifico, produco diversificate brutture, dunque mi sa che non va bene.

    (e la costruzione a scatto di serratura m’interessa molto; credo la userò per chiudere la porta di casa, alla fine. Grazie.)

  3. Miriam Says:

    Non guardo su Google e non leggo neanche gli altri commenti per non farmi influenzare. La scrivo come dovrebbe essere secondo me:

    Non il grillo,
    ma il gatto del focolare
    or ti consiglia splendido lare
    della dispersa tua famiglia.
    La casa che tu rechi
    con te ravvolta,
    gabbia o cappelliera?
    sovrasta i ciechi tempi
    come il flutto arca leggera
    – e basta al tuo riscatto.

    Fammi sapere se ho indovinato!

  4. Miriam Says:

    Perché Montale ha fatto così? Probabilmente è stato costretto dal suo editore, altrimenti non l’avrebbe pubblicata! aahahaha Il tempo passa, ma le cose non cambiano mai.

  5. Gianni Dello Iacovo Says:

    Forse perché tendiamo a dare più rilievo, più significanza alle parole in fondo alla riga?

  6. marisasalabelle Says:

    Montale ha fatto così perché i poeti sono giocherelloni. Ha scritto una poesia con metrica e rime tradizionali, poi l’ha scomposta e riscritta con “a capo” diversi per sparigliare le carte e imbrogliare il lettore.

  7. giros Says:

    Non il grillo ma il gatto del focolare
    or ti consiglia,
    splendido lare
    della dispersa tua famiglia.
    La casa che tu rechi con te ravvolta, gabbia o cappelliera?
    sovrasta i ciechi tempi come il flutto
    arca leggera – e basta al tuo riscatto.

    Io, a orecchio, l’avrei messa così🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...