“365 + 1 Uncensored Women”, di Hang Wing Too

by

di Ennio Bissolati

hangwingtoo

Questo è un libro illeggibile. Nel senso che non se ne sopporta la lettura. Hang Wing Too, nato nel 1984 a Londra da genitori ivi emigrati da Hong Kong, di professione giornalista, nel 2011 vinse una somma cospicua (lo racconta lui stesso nella brevissima introduzione; ma non specifica l’importo) alla National Lottery. Smise dunque di lavorare e iniziò un viaggio di un anno (nel 2012, anno bisestile) in Europa. Visitò capitali, grandi città, città di provincia, piccoli borghi. Ovunque, dove riuscì, cercò prostitute cinesi. Quasi ovunque ne trovò. A tutte, astenendosi (dice sempre lui) da ogni contatto fisico, rivolse dodici domande. Una lista rigida, sempre uguale. Da dove vieni? Quanti anni hai? Quanto guadagni al giorno? Quante volte al giorno lo fai? Quand’è stata l’ultima volta che hai sentito al telefono un parente?, eccetera. Non vi svelo tutte le domande, ma vi assicuro che sono tutte di questo tenore. Richiedono risposte brevi, secche, materiali: date, numeri.. Compresa la dodicesima: Quand’è stata l’ultima volta che hai fatto sesso per il piacere di farlo?

Non tutte le donne hanno risposto a tutte le domande. Se abbiano dato risposte più lunghe, se si siano effettivamente raccontate all’ignoto intervistatore, noi non lo sappiamo: Hang Wing Too riporta solo le informazioni. Ed è proprio l’assenza di qualunque partecipazione emotiva, di qualunque senso di solidarietà, di qualunque apertura alla narrazione, a fare di questo libro un’opera splendida e terrificante. A forza di leggere date e numeri, e di immaginare (perché, noi che leggiamo, e che abbiamo un disperato bisogno di senso, non possiamo non immaginare) le vite e i corpi dietro quelle date e quei numeri, non possiamo non sentirci turbati fino nel più profondo di noi stessi. La stessa facilità con cui Hang Wing Too è stato capace di reperire 365 + 1 prostitute cinesi (una o più d’una al giorno; ogni intervista riporta la data ma, per ragioni di sicurezza materiale delle donne, non il luogo; e gli spostamenti da un luogo all’altro avranno pur richiesto a Too un certo tempo: l’elenco alfabetico delle città e paesi visitati è fornito alla fine) è fonte di spavento. Interrogato da diversi giornalisti (il libro è apparso in Gran Bretagna circa sei mesi fa) su perché avesse deciso di compiere un’impresa simile, l’autore ha regolarmente risposto: “Perché avevo voglia di farlo”.

Non ha senso tradurre un libro simile, per leggere il quale basta l’inglese della prima media. Ma se qualche libraio ispirato volesse proporlo ai propri clienti, l’editore (A line in the surface) è nella guida telefonica di Londra.

Inutile forse precisare che il libro non contiene fotografie; l’immagine usata nelle due copertine (lo specifica una nota nel controfrontespizio) è pescata a caso da internet e non ritrae nessuna delle donne intervistate.https://www.facebook.com/profile.php?id=100011331637640

Tag: ,

12 Risposte to ““365 + 1 Uncensored Women”, di Hang Wing Too”

  1. manu Says:

    quel +1. esteticamente perfetto.

  2. Ma.Ma. Says:

    Ma che stranezza… Per quale motivo Hang Wing Too pur ammettendo il desiderio (cito: l’autore ha regolarmente risposto: “Perché avevo voglia di farlo”), si sarebbe invece astenuto da qualsiasi contatto fisico? È contraddittorio. Soprattutto se si considera che di solito una ricerca giornalistica porta ad usufruire gratuitamente di ciò che si “promuove” (poco importa il fatto che lui sia diventato ricco, magari è tirchio). Da giornalista penso che servirebbe un’indagine più approfondita su questo autore.

  3. giros Says:

    Sì, dev’essere proprio un libro terrificante. E anche inutile, che è ancora peggio.

  4. RobySan Says:

    Inutile? Tutt’altro, giros, tutt’altro.

  5. Donatella Says:

    Una conoscente, cognata di un pastore protestante che vive nel Devonshire, mi ha accennato di questo libro, che pare abbia avuto un discreto successo. Il pastore, che l’ha letto, ha utilizzato gli stessi termini di Bissolati per definirlo: “wonderful and terrifying book”, però l’ha ritenuto anche lievemente pornografico.

  6. Cristian Says:

    e se fosse tutto inventato?

  7. RobySan Says:

    Inventato, Cristian? Nemmeno pensarlo. Sarebbe irrispettoso nei confronti di un serio recensore quale il Bissolati è.

  8. Maria rosa Says:

    Ma perchè dovremmo leggerlo? E soprattutto comprarlo?

  9. Ennio Bissolati Says:

    Gentile signora Maria Rosa, nessuno è obbligato a comperarlo. Oltretutto è difficilissimo riuscirci.

  10. acabarra59 Says:

    ” Martedì 5 gennaio 2016 – = bis-solati. Solati due volte, insomma. ” (*) (**)
    (*) Lsds / 650?
    (**) Essendo in trasferta non ho il mio diario con me, sennò…

  11. Stefania Costa (@stefi691) Says:

    terrificante la mancanza di emozioni, meravigliosa la nostra assoluta necessità di senso. questo libro in realtà lo scrivono i lettori nel loro dentro più interno.

  12. Ma.Ma. Says:

    Ci metto un po’ ma poi ci arrivo: oggi ho scoperto la probabile fonte che ha spinto il giovane Hang Wing Too a scrivere il suo “365 +1 Uncensored Women”. Sicome l’autore ha rigorosamente evitato di riportare le fotografie di queste donne, appare chiaro che la raccolta in questione sia una sorta d’omaggio complementare all’opera iniziata a Shangai agli inizi del Novecento da un diplomatico italiano in Cina. Egli, appassionatosi alla nascente arte fotografica, Immortalò e catalogò tutte le prostitute bambine (e non solo) della Parigi d’Oriente, come fossero foto segnaletiche. (E questo “purtroppo” è vero!)
    A tutte quelle fanciulle mancava una vita che Wing Too, in un certo senso, ha loro restituito.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...