“Quello che verrà”, di Michela Fregona, 2

by
Leggi il secondo capitolo di Quello che verrà di Michela Fregona

Leggi il secondo capitolo di Quello che verrà di Michela Fregona

[Continua la pubblicazione del romanzo di Michela Fregona Quello che verrà. Ogni lunedì un capitolo. Immagini a cura di Albergo Bogo]. [Vai al capitolo precedente.]

Gli Egiziani sono cominciati già da una puntata. Prima di salire sull’altalena di espansione e di crisi delle trenta Dinastie, bisogna passare sulla testa di Narmer. Anzi: sulla sua corona.
Il lunedì, la terza ora va in scena la storia. La lezione è una specie di visita al castello stregato, con anche un po’ di Indiana Jones dentro. Oetzi, Tutankhamon e Alessandro Magno, illuminati all’improvviso sul tragitto della nostra carovana che sbanda e cigola, sostituiscono gli orchi, le streghe e i lupi mannari del Luna Park.
In mezzo ci passa anche qualche data, ma ben nascosta sotto intrighi, misteri e scoperte: il condimento necessario per tenere botta all’orario. La bancarella che allestisco per attirare e catalizzare ogni molecola di attenzione farebbe invidia a un mercante fenicio: immagini, panorami, fossili portati a far la conoscenza con la classe in prima persona, pezzi di selce, riproduzioni di statue greche, qualche moneta e stralci di documentari raccattati, barattati e trovati casualmente più in edicola che in libreria. Insomma, serve tirare fuori la curiosità, le domande, quel certo prurito alla base del cervelletto che ti fa sentire lì, sul momento, a prendere il piccone per dare una mano a quel benedetto Schliemann, che si sbrighi finalmente a trovare le sue tombe, i suoi eroi e i gioielli della bella Elena. E guai finire il capitolo insieme alla lezione: la puntata successiva, garantito che l’argomento è già seppellito in fondo all’archivio.

Continua a leggere il secondo capitolo del romanzo di Michela Fregona Quello che verrà.

Tag:

5 Risposte to ““Quello che verrà”, di Michela Fregona, 2”

  1. Stefania Says:

    Sensibilità e umorismo. Una lettura davvero godibile!

  2. Michela Fregona Says:

    grazie, Stefania!

  3. donatella Says:

    La rappresentazione dei tre ragazzini è piena di delicatezza ed è struggente l’umorismo che si vena di commozione. Brava!

  4. Michela Fregona Says:

    grazie, Donatella! sono stati anni belli e fortunati al Ctp: una scuola umana, una scuola vera. Piena.

  5. mariarosagiannalia Says:

    Interessante, Michela, davvero. La scrittura è molto accattivante, veloce, empatica. Fa molta presa sul lettore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...