Si comincia

by
Vedi il numero sulla fiancata

Vedi il numero sulla fiancata

13 Risposte to “Si comincia”

  1. acabarra59 Says:

    “ Martedì 19 dicembre 2000 – Ripenso a quel bellissimo paio di scarpe da football che ho visto domenica al mercatino. Non le ho prese, pensando: peccato che non gioco a football. Ma, penso stamani, quello che avrei dovuto pensare, sarebbe stato: peccato che ho cinquantasei anni e non posso più fare niente. Perché – anche se mi sembra impossibile – io ho veramente cinquantasei anni, e ci sono cose che non potrò fare più. (Curioso che abbia pensato al football, cioè al calcio, io che, semmai, facevo l’atletica, andavo in bicicletta; curioso che abbia detto « foot-ball », io che so benissimo che ormai si dice « calcio ». Ma una parola tira l’altra, io so anche questo, e, dopotutto, qualche volta è anche bello farsi tirare. A cinquantasei anni) “ [*] [**]
    [*] La s-formazione dello scrittore / 391
    [**] Ri-auguri, Giulio.

  2. Barbara Says:

    auguri Giulio

  3. Sonia Says:

    Auguri gm, 56 di questi giorni!!??

  4. paolaboggi Says:

    Auguri Giulio!

  5. donatella Says:

    una sfolgorante macchina arancione pronta per partire, altro che dinosauro…auguroni!

  6. enrico ernst Says:

    Auguri Giulio! E la macchina non è affatto ai box…

  7. GiuseppeC Says:

    Mi unisco agli auguri e ringrazio per vibrisse.

  8. Alessandra Celano Says:

    Auguri a Giulio in forma di sonetto.

    «Questo è il giardino» hai detto, e «sono l’ultimo
    a scendere
    ». È infatti arduo seguire
    te e le favole tue del morire:
    occorre celebrare arcaici culti,

    dall’archivio levar fantasmi e fughe,
    guardare in faccia il male naturale,
    dotarsi di vibrisse e cannocchiale.
    Per i tuoi anni (con sì poche rughe)

    t’auguro la felicità terrena
    con madrigali anche rudimentali
    sotto i cieli d’Italia e nella piena

    stanza degli animali. E ti ringrazio
    d’avermi accolta, insieme ai tuoi sodali,
    co’ nodi d’adamante e di topazio (*)

    (*) Gerusalemme conquistata, XIII, 70

    Il sonetto con cui mi ha risposto è più bello (assai) di questo, ma se vorrà lo pubblicherà il festeggiato.

  9. Giulio Mozzi Says:

    E’ questo: ma non può essere “più bello”, perché non è bello (è il solito coacervo di trivialità pseudoletterarie), al massimo è divertente.

    Oi, Alessandra, ma con quanto ardire
    nel tuo sonetto i miei librini occulti!
    Di tal rapina non saranno inulti:
    vendicherommi avanti l’imbrunire.

    Ma… Se tue rime sì mi son vampire
    purtuttavia nel cuor già dei tumulti
    m’han suscitato: e il petto di singulti
    rimbomba già, che mi par di morire.

    Ah quanta affetto altrui gioia ci mena,
    che ci conturba pur nei penetrali,
    e arzillo corre il sangue nella vena!

    Dei bellicosi spiriti fo strazio,
    e mando baci come avesser ali
    da trasvolar financo l’iperspazio.

  10. Alessandra Celano Says:

    Ecco fatto: distrutti in un colpo solo tutt’e due i sonetti!
    Non importa, per me sono belli tutt’e due (il secondo di più) per come può essere bello il gioco che li ha prodotti e di cui sono fatti, gioco che comprende, naturalmente, l’uso di “trivialità pseudoletterarie”.

  11. dm Says:

    Ecco, un messaggio personalizzato.

  12. testimongarli Says:

    Auguri!iiiiiiiiiiiiiiiii

  13. testimongarli Says:

    Mi è scappato il tasto da sotto il dito.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...