Due minuti nella vita di Giulio Mozzi

by

Tratta Padova-Venezia, 25 maggio 2015, ore 10.47.

8 Risposte to “Due minuti nella vita di Giulio Mozzi”

  1. acabarra59 Says:

    “ 21 aprile 1995 – Dice che Enzensberger ha scritto un libro contro i viaggi. Io, che non viaggio più, sarei anche d’accordo. Ma non sarà il caso di valutare meglio che cosa succede a restare fermi? “ [*]
    [*] La s-formazione dello scrittore / 356

  2. dm Says:

    Riflessione.
    Chi pubblica interi minuti della propria vita, interi cioè senza interventi di montaggio, vuole evidentemente condividere prima di tutto il tempo, un tempo nel quale succede poco o quasi nulla. Lo spettatore trascorre infatti quello stesso tempo, e nell’osservazione del poco o del quasi nulla, in attesa. Condividere il tempo, ecco. Ma cosa succederebbe se gli spettatori pubblicassero a loro volta un video – un minuto nella vita di Tizio, di Caio, di Sempronio – in cui compaiono assorti nella visione di questo o di un altro video? Condividerebbero il proprio tempo. Ma con chi? E sarebbe possibile chiudere il cerchio?
    In questo video già se ne vede, sul piano dell’allusione metaforica, un altro più piccolo: la cornice è quella del finestrino, ovvio. E sembra allo spettatore fantasioso un filmato più veloce, come quando mandiamo avanti il DVD con il tasto a doppia freccia. Ma questo è un altro discorso.
    p.s.
    Non ho la possibilità di farmi un video mentre guardo questo video, ma se qualcuno può farlo, ecco, sarebbe un piccolo esperimento carino.

  3. RobySan Says:

    Non ho la possibilità di farmi un video mentre guardo questo video, ma se qualcuno può farlo, ecco, sarebbe un piccolo esperimento carino.

    Sarebbe come riempire di vuoto l’abisso.

  4. dm Says:

    Puro amor vacui da cinema sperimentale.

  5. dm Says:

    (Perché poi ci sono anche quelli che guardano il video di quelli che guardano eccetera).

  6. RobySan Says:

    I metaguardoni?

  7. maria Says:

    Io credo che Giulio Mozzi voglia sollecitare delle sensazioni esistenziali in ciascuno di noi che naturalmente non coincidono:dipendono dal vissuto personale,dall’età.Non dico quali sono le mie in particolare,dico solo che mi emoziono.

  8. dm Says:

    Ma non c’è niente da guardare, in realtà, RobySan.
    A me pare che sia più che altro una questione di tempo. (L’ho scritto ieri).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...