Un minuto nella vita di Giulio Mozzi

by

5 Risposte to “Un minuto nella vita di Giulio Mozzi”

  1. acabarra59 Says:

    “ Novembre-dicembre, Torino [1973] – « Mentre si distendeva, trasse un lungo respiro, e poi rimase lì sdraiato, a guardare la trama del telaio a reticella, allentata dai rampicanti, e a sentire il graffiare regolare della scopa della signora Tuttle. Voleva dirle di spruzzare il pavimento. Stava sollevando troppa polvere. Tra qualche minuto le avrebbe gridato: “ Lo bagni un po’, signora Tuttle. Nel lavandino c’è acqua. “ Ma adesso no. In quel momento non aveva messaggi per nessuno. Nulla. Neppure una parola. » (Saul Bellow, Herzog, 1964) “ [*]
    [*] La s-formazione dello scrittore / 337

  2. sergiogarufi Says:

    un minuto di silenzio

  3. acabarra59 Says:

    “ Giovedì 13 novembre 2003 – Dice che la Rai si scusa: « È stato un errore oscurare il minuto di silenzio ». « Oscurare il silenzio »: chissà come si fa – solo la Rai poteva riuscirci. (Poi ci si sono quelli che protestano perché volevano « vedere il minuto di silenzio ». Come avrebbero fatto lo sanno solo loro) [*]
    [*] La s-formazione dello scrittore / 339

  4. rcarvelli Says:

    Dopo leggo anchio.con calma. Vediamoci.presto anche per un caffè.Inviato dal mio dispositivo Huawei

  5. Cristian Says:

    in via Pasquale Paoli e per restare in tema partendo dalle onoranze funebri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...