Le “formazioni” in libreria: da venerdì prossimo

by

di giuliomozzi

copertina_scrittriceIl 2014 è stato, per vibrisse, l’anno delle “formazioni”. Il 13 gennaio pubblicai la prima puntata della rubrica La formazione della scrittrice (l’ospite era Alessandra Sarchi). Gli scrittori arrivarono il 22 maggio (cominciò Valerio Magrelli). Sull’onda, ma con più incertezza, arrivarono le rubriche dedicate alle e agli insegnanti di Lettere e quella dedicata alle e agli insegnanti di scrittura creativa. Ma, sarà stata la naturale ritrosia di certe categorie, sarà stata la mia stanchezza, le due rubriche sono presto andate in pausa (ma perché non riprendere? Ora vediamo). Prosegue senza esitazioni, grazie alla disponibilità di Matteo Bussola che se n’è presa la gestione, la rubrica delle formazioni di fumettiste e fumettisti. In tutto, tra una rubrica e l’altra, sono finora più di un centinaio di articoli.

copertina_scrittoriDalle due rubriche dedicate alla formazione di scrittrici e scrittori sono nati due libri. Che, attenzione!, non coincidono con le rubriche. E’ andata più o meno così: Gabriele Dadati di Laurana mi disse quello che in realtà parecchi (a es. nei commenti agli articoli via via pubblicati) già avevano detto: “Qui un libro s’ha da fare; magari due”. Io potevo essere solo contento, ma poiché la vita umana ha dei limiti (la mia in particolare), non me la sentivo di prendermi il lavoro: perché un conto è una serie di articoli in vibrisse, un conto è un libro. Non bastava certo copincollare. Così proposi a Gabriele: “Facciamo due libri; non coincidenti con le rubriche; nei quali non ci siano necessariamente tutti i testi delle rubriche, e nei quali ci siano anche altri testi, nuovi; io non sono in grado di occuparmene; potresti occupartene tu, magari insieme a Chicca Gagliardo – che per quarantotto ragioni mi pare una persona adatta”. Gabriele accettò; e Chicca pure (grazie).

Nascono così questi due libri, La formazione della scrittrice e La formazione dello scrittore, a cura il primo di Chicca Gagliardo e il secondo di Gabriele Dadati, entrambi, come si legge nei frontespizi, “da un’idea di Giulio Mozzi”. Così ciascuno ha il suo.

In libreria da venerdì 8 maggio 2015.

Quindi, bene.

E adesso?

E adesso, in realtà, mi piacerebbe riprendere il filo. Ho qualche “formazione” che, arrivata dopo la cessazione delle rubriche, mi piacerebbe comunque pubblicare. E magari riesco a coinvolgere qualche autrice e qualche autore che un anno fa, quando misi in moto la faccenda, erano in tutt’altre faccende affacendati.

E ci sono almeno due nuove rubriche da avviare: da dedicare a chi esercita la nobile arte della critica letteraria, e a chi lavora nelle case editrici.

Senza contare che, ehi!, insegnanti di Lettere, insegnanti di scrittura creativa: sono sempre qui che vi aspetto.

Tag: ,

2 Risposte to “Le “formazioni” in libreria: da venerdì prossimo”

  1. sergiogarufi Says:

    bene!

  2. mauro b. Says:

    “che per quarantotto ragioni…”

    o della precisione mozziana

    ps

    presto nelle sale Tutti pazzi per Mozzi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...