Dieci buoni motivi per non leggere “Favole del morire”, ultimo libro di Giulio Mozzi

by

di giuliomozzi

1. Giulio Mozzi, come scrittore, è defunto nel 1998. Tutto quello che è venuto dopo è robetta, esibizionismi, velleità, ritagli di diario, operucole su commissione, manualistica, blogging-twitting-facebooking.

2. Sono irritanti, questi scrittori che pretendono di ricicciare in libro della roba che è quasi tutta disponibile già in rete (e già in rete non se l’è filata nessuno, of course). Quando impareranno?

3. Che dire? Una volta i grandi editori, Einaudi, Mondadori, Zanichelli, eccetera: adesso Laurana. E la copertina se l’è fatta fare dal nipote. Patetico.

4. Non si capisce neanche se è la maglietta che ti viene con il libro, o il libro che ti viene con la maglietta.

5. No grazie, preferisco vivere (e: buona maglietta a tutti!).

6. Già da tempo il Mozzi si è distinto per essere il promotore di libri dichiaratamente, forse programmaticamente, illeggibili. Adesso ha deciso di scriverne uno lui.

7. Ah, alla fine c’è pure il saggio critico. Praticamente la lapide sopra la tomba.

8. Non so, questa roba un po’ in versi, un po’ in prosa, un po’ in teatro, ma che roba è? E’ sperimentalismo? E’ avanguardia? E si fa ancora dello sperimentalismo e dell’avanguardia, nel 2015? Li faceva mio nonno, buonanima, negli anni Sessanta. E già nei Novanta se ne vergognava un po’.

9. Aveva cominciato come un narratore un po’ sospettabile di voler fare il predicatore, adesso è diventato un predicatore il cui passato di narratore è insospettabile.

10. Un altro? Ma quanti ne fa?

11 Risposte to “Dieci buoni motivi per non leggere “Favole del morire”, ultimo libro di Giulio Mozzi”

  1. Giovanni Accardo Says:

    No, non compratelo, piuttosto fatevelo regalare. Oppure regalatelo ma non leggetelo. O, ancora, invitate Giulio Mozzi per una presentazione a domicilio di Favole del morire e poi parlate di altro, ad esempio di Questo è il giardino o La felicità terrena.

  2. marco Says:

    Ok, lo ammetto, ho riso davvero tanto🙂 ma compreró il libro

  3. pf Says:

    2) “OFF course” è voluto?

  4. RobySan Says:

    Ricicciare non è male, ma farlo off course è meglio.

  5. Giulio Mozzi Says:

    Ma no, Pietro, è una svista. Grazie. Ho corretto.

  6. maria Says:

    Io non posso permettermi nessun motivo per non leggere “Favole del morire”, ho invece solo buoni motivi per continuare la lettura dello scrittore Giulio Mozzi, iniziata dall’introduzione al “Davide”di Carlo Coccioli, continuata recentemente(dopo l’occasionale approdo a Vibrisse) con “10 buoni motivi per essere cattolici” (grande libro di meditazione per me) e poi con “La stanza degli animali” (opera suggestiva,originale e affascinante).

  7. Giulio Mozzi Says:

    Accidenti! Qualcuno l’ha letto.

  8. Dieci buoni motivi per leggere “Favole del morire” di Giulio Mozzi | vibrisse, bollettino Says:

    […] dispetto all’autore, che è stato così snob da elencare dieci buoni motivi per non leggerlo (qui), e adesso è così arcisnob da elencare dieci buoni motivi per leggerlo (tra i quali questo, con […]

  9. Nadia Bertolani Says:

    Giulio Mozzi mi intimidisce.

  10. Maria rosa Says:

    Anch’io sono intimidita da Giulio Mozzi. E’ una sensazione che provo sempre davanti alle intelligenze vere.

  11. Giulio Mozzi Says:

    Quindi non si capisce perché ti intimidisco, Maria Rosa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...