La pentola (Le cose che ci sono in casa, 141)

by

di Gianluca Garrapa

[Le regole del gioco sono qui].

Oggi è accaduto (chissà che pensavo)
Tu, la pentola migliore (e cucinavo)
Ricordi? Attendesti insieme a tua sorella
(quella grande pareva più bella)
Nel negozio sotto casa e sotto costo
Alcun ti voleva (perché non saresti durata?)
Nel mio cuore-cucinino fu il tuo posto
Sempre disponibile ad un veloce pasto.

Il manico oggi ha ceduto
: Questo è accaduto
mentre ti lavavo (antiaderente scavo)
Il grasso scivolava docilmente
(Prima d’olio continente
Quando la chiazza si richiudeva e il foco
sotto la tua rotonda faccia d’aglio
E di cipolla insieme a frigger
Era gasato e blu e fosco e rosso).

Non grande come tua sorella
Né piccoletta come il bricco della cuginetta
: e pur Perfetta eri
ma sarai monca di manico
Ormai.

Però ho visto (gli occhi miei
Di dispiacer piangenti) ho visto
Un foro nel bordo cui il manico
Stava a renderti ottava meraviglia
Da cucina e capace a rivoltar frittate.
Affrettati dunque, mio cuore basito,
un’invenzione a lenire il profondo dolore
: un medaglione!
d’ora in poi sarai sul mio villoso petto
ecco, morta non sei più, padella rosicata
sei risorta all’invidia d’altrui contenitori

adesso sei qui, qual medaglione ovale
al collo di me che poeta son diventato
dacché svenne il giorno tuo,
quel dì fatale.

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...