I ramoscelli di ulivo (Le cose che ci sono in casa, 123)

by

di Alessandra Frontini

[Le regole del gioco sono qui].

L’anziana del paese produce l’olio buono:
gli ulivi sono un dono per chi ha una piantagione.

Pentita Immacolata, canuta messaggera
si piazza, verso sera, a un passo dalla porta;
si sente più leggera se suona il campanello,
ché torturato quello, può rimpinguar la scorta.

Tramesta nella sporta, impugna il ramoscello
e attende, dal borsello, la cifra più adeguata.
Celeste grimaldello, protetta dalle Palme,
incassa e salva l’alme, Pentita Immacolata.

Così mi son trovata ad ammucchiar le salme
– e pur di quelle l’alme – di foglie e stecchi santi.
A Pasqua, liete e calme, la pratica già evasa,
pie donne a cassa rasa si burlano dei fanti.

La somma dei contanti, spillata da ogni casa,
Pentita stipa e invasa nel foro per le offerte.
Lo so, non è persuasa, che l’eden nel salotto
– di ulivi, un quarantotto! – l’assetto mi sovverte;

ma in fondo “porta bene”, sì dicono gli oranti,
e allora vado avanti, a far la collezione
di rami verdi e bianchi.

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...