Come si fa una citazione

by
Clicca, e guarda l'originale del 1982.

Clicca, e guarda l’originale del 1982.

12 Risposte to “Come si fa una citazione”

  1. acabarra59 Says:

    ” 26 marzo 1979 – Citazioni, taccuino di lavoro, dire per mezzo d’altri, im/proprietà, ambiguità, dire qualcosa contro l’evidenza della storia, e anche della letteratura, dire un’aspirazione, dire un’espropriazione, improprietà. “.

  2. acabarra59 Says:

    “ Lunedì 11 giugno 1996 – Lo spot Sammontana (« Passa dalla parte del gusto ») consiste di un citazione quasi letterale dal Sorpasso di Dino Risi. La citazione è intelligente anche perché individua il momento cruciale del film, quello in cui uno dei due protagonisti, risvegliandosi, « passa » dal suo abituale mondo polveroso e grigio di studente di legge a quello euforico e festivo rappresentato dalla spiaggia di Castiglioncello, in una luminosa, colorata – non importa che il film sia in bianco e nero – mattina di piena estate. Il « passaggio » avrà per lui, come è noto, un esito tragico, mentre l’altro dei due « viaggiatori », uscito incolume dal disastro, si limiterà a commentare ambiguamente: « Non lo conoscevo ». Quando, e mi succede spesso, sono indotto a ripensare al Sorpasso e a quella scena del risveglio che, come ho detto, ne costituisce il centro simbolico, finisco sempre per ripensare anche al Calvino de La giornata di uno scrutatore. Anche lì c’è un risveglio, anche lì c’è un « passaggio da un’altra parte », che lì è la « parte » delle mostruose strazianti creature del Cottolengo, laddove nel film era quella delle giovanissime adolescenti in bikini. Ho sempre pensato che questa « altra parte », questa parte « altra » in cui prima non si era e in cui ora, svegliandosi, si entra, fosse per Calvino tutto ciò che non-era scrittura, come del resto lui stesso ha chiarito parlando di « mondo non scritto ». Ora, mondo più non-scritto del cinema io credo non c’è. « Passarvi », entrarvi, è un invito che si continua a ricevere, è un’esperienza che ci si continua a proporre, « passare in un altro mondo », all’altro mondo, a miglior vita se si preferisce, che sarà anche migliore, ma io non ci credo. In ogni caso « passare », cioè « morire », perché di questo si tratta, è qualcosa che non si può fare due volte. Anche perché, trent’anni dopo Il sorpasso, trent’anni dopo La giornata di uno scrutatore, ormai sappiamo che, se dove stiamo noi non c’è molto – qualche vecchio libro, molta polvere, al massimo un diario -, dall’« altra parte »non c’è niente, al massimo una ditta di gelati. “.

  3. acabarra59 Says:

    “ Mercoledì 14 maggio 1997 – La signora inturbantata che, con il volto parzialmente girato all’indietro, si fa dipingere la bella schiena di due colorate « effe » di violino sulla copertina de «Il quaderno delle estetiste / Rivista quadrimestrale di informazione per le Estetiste Professionali», a. 2, n. 1, gennaio 1997, essendo una garbata citazione della celebre foto di Man Ray intitolata Le violon d’Ingres, dimostra che l’estetica (femminile) ha qualcosa a che fare con l’estetica (filosofica). E che in generale l’estetica ha molto a che fare con la (bella) schiena delle donne. « E con i violini? » Anche, ma solo in un certo senso. “.

  4. acabarra59 Says:

    “ 16 giugno 1987 – « Zuzzurro » è tratto da Il giudizio universale (De Sica, 1961). Citazioni. “.

  5. acabarra59 Says:

    ” 20 settembre 1991 – L’inchiostro verde del mio primo amico comunista era poi quello di Togliatti. Niente improvvisazione, solo citazione. “.

  6. Giulio Mozzi Says:

    ” 27 luglio 2014 – C’è un certo Acabarra che si accaparra tutte le citazioni. Quasi quasi lo cito. “.

  7. acabarra59 Says:

    “ 21 febbraio 1995 – « Belluno, 2 giugno 1960 – Nel tratto ferroviario Padova-Belluno ho letto il Diario d’Edimburgo e d’America di Gianandrea Gavazzeni, anticipo del Diario 1950-1960 di prossima pubblicazione. Non è un diario ma piuttosto un laudario, un repertorio di citazioni atto a convalidare l’appartenenza dell’autore agli eletti sinedri della cultura ammessa e accettata dal protogiornale. Tuttavia di tanto in tanto l’avverto in guerra con me, per la Callas, per Mascagni e Giordano, per la musica dodecafonica, per l’arte impegnata, ecc. E allora, senza nomi, cerca di rifarsi, condannando e deprecando, della consuetudinaria apologia di un’intellighentsia, italiana ed europea, esclusiva e propulsiva, di cui lui, con Bacchelli, Montale, Mila e altre non meno degne persone, fa parte. Comunque, caro Gianandrea, la guerra dei diaristi continua, e io ti cito ancora; non citerà bene chi non citerà per ultimo! » (Beniamino Dal Fabbro, Musica e verità. Diario 1939-1964) “.

  8. RobySan Says:

    Vabbè, ma come si fa una citazione? Devo saperlo perché io, di mio, non riesco a produrre nulla e ho una necessità, incoercibile, di sembrare colto (pur dall’orto delle zucchine). E’ che il solo modo rimastomi, per rimediare uno scampolo di cena, è la presenza vivace e animante in qualche salotto più o meno bene. Migliorare la capacità di fare citazioni può salvarmi dall’indigenza. Mica bruscolini.

  9. acabarra59 Says:

    “ Sabato 20 maggio 2000 – Poi accendo la radio e sento una che dice che « Big Brother » – il nome di un sito Internet – è « una citazione dal romanzo di Orwell del 1984 », e mi sento un po’ Grande Fratello, ma in versione sfigata, perché sentire tutto, con tutte le cazzate che si sentono, qualche volta è troppo. “.

  10. Defoe Says:

    Caro signor Robysan, nei salotti e durante le cene, se proprio si deve, la citazione la si fa con discrezione, con riluttanza, direi.
    Per non sembrare didascalici va tralasciato l’Autore, in favore di un “qualcuno diceva” o “qualcuno un giorno scrisse”, Se una donna chiede, e chiede, si pronuncia il nome dell’Autore accompagnato da un “mi sembra”. Se chiede un uomo lo si ignora o si pronuncia un “non ricordo” con sorriso di sufficienza.
    Una vera seccatura.
    Saluti
    Defoe

  11. RobySan Says:

    Egregio [*] Defoe, La ringrazio per la solerzia. Farò tesoro dei Suoi consigli (pregni dello spirito del migliore bon-ton) e, se del caso, non mancherò di citarLa. Con discrezione e malcelata riluttanza, as usual (anche nell’assaggiare le tartine al salmone fingerò indifferenza).

    [*]: da “ex grege”, cioè fuori del gregge. Cito dal Castiglioni-Mariotti. Credo.

  12. Defoe Says:

    Caro signor Robysan, non mi fraintenda: lo spirito del bon-ton non c’entra nulla, E’ una questione di sopravvivenza. Rimediare una cena è una cosa seria, come diceva poc’anzi. Non si metta in testa di brillare in certi teatri, però. Per chi può permettersi delle citazioni quei tempi sono passati, mi creda.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...