La poltrona (Le cose che ci sono in casa, 60)

by

di Guido Penzo

[Le regole del gioco sono qui].

Poltrona sei e stai
sebbene mobile, immobile
mente pigra o viceversa
di fronte al televis’ore
stai con altre
a far salotto, buono quello.

Nulla ti scuote
nulla ti turba
e se prendi posizione
è per star seduta.

Accomodante aspetti
che il tempo passi
ben distesi
in attesa nella sala
di bell’aspetto
all’ingresso.

Ma è quando, a volte ritorno,
moderno guerriero di città
m’accogli a braccioli aperti
che in te m’assopisco
sicuro d’esser pro tetto
sulla testa io e te, due poltroni.
Immeritatamente anch’io.
Senza offesa.

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...