L’uomo morto (Le cose che ci sono in casa, 30)

by

di Mix

[Le regole del gioco sono qui].

Oltre l’uscio
zitto, dietro la porta
rigido
c’è un uomo morto.

Anzi, s’indovina
perché i cappotti
ormai
l’han ricoperto.

A mo’ di bara
lo tengono protetto
e dalla polvere,
finché non ci diventa.

Quand’è venuto il prete
l’ha pure benedetto (incontrollato il getto!)
Per sbaglio, dice
vale lo stesso.

Forte è stato
o meglio: forzuto
e ora (brutto dirlo, lo so)
è soccombuto.

Il peso delle stagioni
(invernali, perlopiù)
l’ha schiacciato.
Giace così sepolto, dimenticato.

Ma più degli anni
quello che l’ha ucciso
è stato poi chiamarlo
l’attaccapanni.

Tag:

5 Risposte to “L’uomo morto (Le cose che ci sono in casa, 30)”

  1. GattoMur Says:

    Bellissima. Mi ricorda la leggerezza di Palazzeschi.

  2. acabarra59 Says:

    “ 23 aprile 1987 – « “ Dottoressa, c’è un uomo che è morto “… Le forze mi vennero meno, caddi seduto in una di quelle poltrone di satin blu i cui riflessi un’ora prima, nel chiaroscuro della camera incantata da un raggio di luce… “ Che cosa!? “… mi avevano fatto sognare immagini acca “ No, sto accendendomi una sigaretta “ rezzate, e ora tanto lontane da me… “ Non importa, grazie “. » (La Recherche e L’Ispettore Derrick) “.

  3. amanda Says:

    cominciavo a preoccuparmi per quel poveretto trattato così perfino da morto🙂

  4. allorizzonte Says:

    Stupendo!

  5. Mix Says:

    (uh! grazie🙂 )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...