La lampada (Le cose che ci sono in casa, 7)

by

di Giovanna Iorio

[Le regole del gioco sono qui].

Ti accendevi con meraviglia
azzurra e strampalata
di giorno spenta
di notte illuminata
così tante volte svitata
ah, quanto somiglia
alla mia la tua vita.

La stanza naufragata
le tempeste di polvere
la lettura adorata
in questa terra desolata.

E quell’infinito amore
per un tavolo antico
che mai s’è avveduto
delle ombre e un intermittente
oscuro dolore.

Ora tu sei rotta e ferita
mentre io al buio e smarrita.
Eppure t’illumini ancora
un faro – il tuo bagliore improvviso –
l’ultimo silenzioso sorriso.

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...