Istruzioni per ricevere in regalo una copia del romanzo “L’amore normale” di Alessandra Sarchi

by

HerbertList_YoungCouple_Ammersee_Bavaria_1959

di giuliomozzi

Le copie a disposizione sono cinque.

1. Leggete il romanzo L’amore normale di Alessandra Sarchi.

2. Scrivete quello che ne pensate in un testo non più breve di 1.800 battute e non più lungo di 180.000 battute. In calce al testo scrivete il vostro indirizzo completo (anche il codice postale, grazie).

3. Mandate il testo a Giulio Mozzi (giuliomozzi@gmail.com), scrivendo nell’oggetto: “L’amore normale”.

4. Incrociate le dita.

5. Dopo qualche minuto, disincrociate le dita e mettetevi in attesa.

Tutto questo va fatto entro il 23 maggio 2014.

Pubblicherò in vibrisse le recensioni pervenute, positive o negative che siano. Non pubblicherò le recensioni che contengano insulti, contumelie, insinuazioni o falsi in bilancio (ma non penso che ne arriveranno).

Il 24 maggio 2014, con una piccola cerimonia privata, estrarrò a sorte cinque nomi e provvederò a spedire le cinque copie del romanzo.

Risposte anticipate alla prevedibile domanda:

– “Perché dovrei partecipare a un gioco nel quale si vince una copia di un romanzo che ho già letto?”.

a. Perché così, se il romanzo ti è sembrato bello, puoi regalarne una copia a chi ti pare; se il romanzo ti è sembrato brutto, ne hai una copia nuova che puoi scambiare con qualcosa d’altro (un altro romanzo, un cavatappi, una confezione di cavoletti di Bruxelles ecc.).

b. Perché il romanzo l’hai preso a prestito in biblioteca, e così ti trovi invece a possederlo (wow!).

c. Perché il romanzo l’hai letto in digitale, e così ti trovi invece a possederne una copia in carta (merda! E chi è che ci ha più spazio in casa? Maledetti libri!).

d. Perché desiderare ciò che si ha già è un desiderio la cui soddisfazione è sicura (forse, l’unico desiderio la cui soddisfazione è sicura). E questo c’entra un poco col romanzo

Ah: di questo giochetto, l’autrice non ne sa niente. Adesso le mando il link. La fotografia in alto (che si trova poi nella copertina del libro) è di Herbert List.

Annunci

Tag: ,

33 Risposte to “Istruzioni per ricevere in regalo una copia del romanzo “L’amore normale” di Alessandra Sarchi”

  1. allorizzonte Says:

    Un pensiero lo faccio.

  2. Cristina Bottegal Says:

    Ho finito di leggere “L’amore normale” due giorni fa. Finalmente un libro che richiede tempo e non un consumo veloce e distratto.
    Le frasi sono così dense che spesso sono tornata indietro per paura di non essere riuscita a coglierne tutto il senso. E ogni volta era come ritrovare qualche moneta d’oro che avevo lasciato cadere dal mucchio che avevo già arraffato.
    Volevo rileggerlo tutto appena finito, ma poi ho pensato che due o tre settimane di distanza avrebbero reso la mia vista ancora più sensibile ai luccichii.
    A quel punto potrò anche scrivere la mia recensione e partecipare al gioco.

  3. literaid Says:

    L’ha ribloggato su literaide ha commentato:
    Rilancio volentieri un’iniziativa di Giulio Mozzi (Mary)

  4. manu Says:

    giulio, sul link a destra Alessandra è diventata Analisa 🙂

  5. Giulio Mozzi Says:

    Ossignùr. Grazie, manu.

  6. pierobalzoni Says:

    L’ho cercato disperatamente, “L’amore normale”. Alla fine mi è arrivato un messaggio da IBS, nel quale mi avvertivano che il volume non era più in catalogo. Ebbene, pagherò il doppio del prezzo a chi, una volta vinto il volume, vorrà vendermelo/prestarmelo/farmelo leggere a casa sua/spiarlo mentre lo rilegge, ecc.

  7. dm Says:

    Ma come, fuori catalogo: non è mica uscito nel 2014?

  8. pierobalzoni Says:

    Ok ok. Trattasi in realtà di grave equivoco con il volume “Il suicidio di Angela B.”, segnalato dal Mozzi, cercato a lungo e mai trovato “perche’ non reperito presso il distributore autorizzato dall’editore”. Ora voi vi chiederete come ho fatto a sbagliarmi, dato che nulla coincide, né il nome dell’autore, né il titolo dell’opera. La risposta è “Non mi prendo una vacanza da due anni”. A questo punto, però, ne approfitto per chiederne una copia.

  9. davide Says:

    già fuori catalogo???possibbole?è uscito nel 2014!

  10. gian marco griffi Says:

    Pierobalzoni, ti ci va un concorso del Club Med, no di Mozzi.

  11. Antonella Says:

    Ho potuto leggere l’anticipo del romanzo di Alessandra Sarchi sulla pagina di Einaudi e sono rimasta molto colpita dalla calma intensità del suo raccontare. Lo leggerò per intero quanto prima.

  12. dm Says:

    Perbacco, pierobalzoni che confonde il libro con un altro, Giulio che confonde il nome dell’autrice con un altro. Qui c’è del mistero…

  13. Giulio Mozzi Says:

    Davide, “L’amore normale” non è fuori catalogo. Nessuno l’ha detto, nessuno l’ha scritto. Cerca, se puoi, di non stupirti per notizie che ti inventi tu stesso.

  14. davide Says:

    no,giulio,ho mi son limitato a colnsiderare quel che era stato scritto due post(non uno)sopra al mio!

  15. Franci Says:

    Eccomi in difesa del mio amico! Mr. Mozzi, Davide non ha inventato la falsa notizia, perché “fuori catalogo” l’ha scritto dm nel post sopra. Ma perché se la prende sempre con Daviduccio?

  16. dm Says:

    Franci, leggi meglio.

  17. Franci Says:

    Dm, credo di aver letto bene. Nessuna notizia, semplice domanda incredula, come quella di Davide, qual è la differenza?

  18. manu Says:

    mamma mia!

  19. dm Says:

    (Franci, Pierobalzoni ha preso un abbaglio. Alle 12:36 gli ho chiesto conto del suo abbaglio. Alle 12:48 Pierobalzoni si è corretto. Alle 13:04 Davide ha preso l’abbaglio di Pierobalzoni, evitando di leggere il commento precedente in cui Pierobalzoni aveva rettificato. … Non è vero inoltre, come scrivi alle 20:34, che io ho “inventato” la “falsa notizia”. Mi dico, cioè ti dico: è tanta fatica leggere tutti gli altri interventi del commentatore a cui ci si rivolge? Evita anche di far perdere tempo al prossimo.)

  20. davide Says:

    mister dm,se uno non(capita) fa un refresh e ha gia la pagina aperta dl forum o blog che dir si volgia,non vede un post messo pochi minuti prima:legga meglio,veda gli orari

  21. Giulio Mozzi Says:

    La differenza, Franci, è questa: quando Davide è intervenuto, Piero Balzoni si era già corretto da un quarto d’ora. E ora, anziché dire: “Oh, scusate: ho commentato senza rinfrescare la pagina, che sbadato che sono” (o qualcosa del genere), rivendica con modi da maestrino (“legga meglio, veda gli orari”) il proprio diritto di discutere senza stare a sentire gli altri.

    Questi sono comportamenti sciocchi; che fanno perdere tempo; e inquinano le discussioni (anche questa).

  22. acabarra59 Says:

    ” 13 maggio 1984 – Sul leggere. Assomiglia molto allo scrivere. È fondamentalmente un assetto. Uno stare del corpo. Da sinistra a destra. Scorrere lungo la riga. Deve esserci silenzio intorno o essere come se ci fosse. È un parlare fra sé. Il lettore (o lo scrittore) è uno che si apparta. L’appartarsi poi a bene considerare è solo un far valere (o un arrendersi alla) la realtà del corpo. Che è individuo solo appartato comunque. Anche chi scrive fa questo. L’atto del leggere quello che ha scritto sarà compiuto da un altro in un altro spazio in un altro tempo. Questa è l’unica comunicazione possibile: fondata sul riconoscimento della distanza. Per questo spedisco le cartoline anche quando potrei alzare la cornetta del telefono. Le poste collaborano a realizzare il concetto di spazio e di tempo. Una cartolina ha impiegato vent’anni a. Suprema involontaria opera d’arte. Lo spazio e il tempo sono contenuti anche dentro la lettura. Una pagina non puoi afferrarla con un « colpo d’occhio ». Ci vuole tempo per percorrere quello spazio. Inutili e disdicevoli le scorciatoie. La lettura ha a che fare con il passeggiare. Con il viaggio: ma i modi di viaggiare sono tanti. Viaggiare può anche essere uno strazio. “.

  23. Franci Says:

    Caro dm, lei è troppo complicato per i miei gusti. Il mio post era leggero e affettuosamente simpatico verso Davide, tant’è che ho scritto “Daviduccio”. Non ho nessuna intenzione di fare le pulci a: orari, botte e risposte; ancor meno di inquinare le discussioni. Mr. Mozzi, credo lei sia abbastanza acuto da aver compreso e… forza Davide, sei il più simpatico di tutti (sempre dopo Mozzi, s’intende 🙂 ).

  24. RobySan Says:

    Eppure son simpatico
    quando mi guardo allo specchio
    sono un simpatico
    per i compagni e per gli amici
    mentre per te, solo per te,
    per te non sono che una cicca
    l’avanzo di una sigaretta, fumata.

    Quante ragazze mi hanno anche detto
    che son bello
    quanti ragazzi
    mi voglion tutti per fratello
    e invece tu, invece tu
    mi sbatti via come una cicca,
    perché non sono che una cicca per te.

    Io so già,
    che un giorno tu
    vorrai raccogliermi,
    ti brucerai,
    con il mio amore,
    sì ti brucerai
    ma non mi avrai.

    Sono simpatico, Adriano Celentano (1965)

  25. “L’amore normale” in regalo su Vibrisse | Says:

    […] a suo tempo consigliato da Gabriele Dadati e poi, sempre sulle pagine di CRT, fotografato. Su Vibrisse le istruzioni per ricevere in regalo il libro pubblicato in questi giorni da […]

  26. nedda Says:

    Che bella iniziativa!

  27. nedda Says:

    Quindi per leggerlo basta cliccare sul link del titolo e leggerne un estratto?

  28. Giulio Mozzi Says:

    Per leggere il romanzo bisogna leggere il romanzo tutto intero.

  29. nedda Says:

    Ma il link rimanda a un estratto di 8 pagine, mi pare.

  30. Giulio Mozzi Says:

    Nedda: ho messo un link alla scheda del libro nel sito dell’editore Einaudi.

    Per partecipare al gioco è necessario (vedi il punto 1) leggere il romanzo.

  31. massimobettini Says:

    e. per il gusto di partecipare a un giochetto promozionale… i gusti sono gusti

  32. antonella sbuelz@gmail.com Says:

    Lo ammetto, sto aderendo in ritardo a questo gioco, che mi par biel, ma posso sommessamente chiedere se quella data è prorogabile? Se per caso qualcuno dei potenziali candidati insegna ( e soprattutto se deve preparare dei ragazzi alla matura) , sa quanto maggio sia un mese da delirio. Intenzionata a leggere “L’amore normale”, ma con la dovuta attenzione e non pressata dalla fretta, io chiederei un lieve slittamento verso giugno.. è una richiesta che può essere accolta?

  33. Giulio Mozzi Says:

    Antonella, il concorso è rimasto aperto per un mese esatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...