Lodi del corpo maschile / Una “dislode”: La pompa peniena

by

di Mariella Prestante

[Vuoi partecipare alle Lodi del corpo maschile? Leggi qui. Per leggere tutte le Lodi del corpo maschile, guarda qui].

Quando vedo il tuo cazzo bello in forma,
oh io non posso no dimenticare
che una pompetta te lo rende enorme.

Quando mi penetra ardito e pimpante
oh io non posso no dimenticare
le due strizzate che gli desti avante.

E in queste orrende visïoni assorta
benché tu spinga, palpi, ciucci ed ansimi
fredda mi sento come e più che morta.

Nota dell’autrice. La poesiola è ricalcata sulla celeberrima poesiola del grande Iginio Ugo Tarchetti intitolata Memento, che qui si riporta per praticità:

Quando bacio il tuo labbro profumato,
cara fanciulla, non posso obbliare
che un bianco teschio v’è sotto celato.

Quando a me stringo il tuo corpo vezzoso,
obbliar non poss’io, cara fanciulla,
che vi è sotto uno scheletro nascosto.

E nell’orrenda visione assorto,
dovunque o tocchi, o baci, o la man posi,
sento sporgere le fredda ossa di un morto.

Chi fosse interessato al prodotto (e al suo funzionamento) può leggere ad esempio qui.

Nota del curatore. Questa delle “dislodi” è una proposta arrivata da Rosaria Lo Russo. Direi che nel gioco ci può stare (un po’ come quelle storie del signor Bonaventura del periodo nero, quando nell’ultima vignetta gli toccava pagare un milione…). gm

Tag: ,

12 Risposte to “Lodi del corpo maschile / Una “dislode”: La pompa peniena”

  1. lidia Says:

    Mariella coglie nel segno, come sempre. Domanda: canteranno mai i poeti maschi una dislode a tutto il silicone che c’è nei corpi femminili? Poi ci sarebbe da fare una riflessione sugli orrori (unisex) che si possono trovare scavando più in fondo delle visioni macabre di Tarchetti, ma il discorso porterebbe troppo lontano.

  2. silvia cassioli Says:

    la pompetta orenda

  3. silvia cassioli Says:

    chi scrive è Rosaria Lo Russo non Silvia Cassioli

  4. silvia cassioli Says:

    si è appropriata della mia identità

  5. silvia cassioli Says:

    no, veramente è lei che si è appropriata della mia.
    Mariella, stiamo diventando Silvio Rosario Cassiolo Li Russi

  6. RobySan Says:

    E si immagini se, dietro il “labbro profumato” e il “corpo vezzoso”, non vi fossero “bianco teschio” e “scheletro nascosto” che razza di forma informe ci toccherebbe di baciare e palpeggiare. O Tarchetti, Poe(ta) monferrino!

  7. dm Says:

    RobySan, paura eh?

  8. Giulio Mozzi Says:

    Lidia: attenta, che poi la Mariella si monta la testa. Già mi pare un po’ narcisa di suo.

  9. RobySan Says:

    Da farsela addosso solo a pensarci, o dm.

  10. Anna Says:

    Vi seguo da un po’, mi piace l’idea e ho letto cose molto belle… ma ultimamente mi sembra stiate solo cazzeggiando tra voi… vorrei altre belle poesie, o almeno argute e divertenti… è possibile? 🙂

  11. dm Says:

    Comprendo.

  12. arte64 Says:

    La penso esattamente come Anna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: