Lodi del corpo maschile / Una “dislode”: La prostata

by

di Rosaria Lo Russo

[Vuoi partecipare alle Lodi del corpo maschile? Leggi qui. Per leggere tutte le Lodi del corpo maschile, guarda qui].

Doppiotriplo pseudohaiku (im)mortale con caudina

Fragile, delicata, tondeggiante;
e se s’ingrossa, è malata la prostata.
Fra gli organi di Lui unico apostata.

*

Organo ancor segretamente umano
volle ammalarsi e zac! da cybersilvio.
E lo lasció impotente, Lui già nano.

*

Tanto aggraziata memoria il tallone
di Achille, quanto trista espressione
del corpo la prostata di berluscone

(che per un pelo, a vita, non l’ha di(s)messo da senatore).

Questa delle “dislodi” è una proposta arrivata da Rosaria Lo Russo. Direi che nel gioco ci può stare (un po’ come quelle storie del signor Bonaventura del periodo nero, quando nell’ultima vignetta gli toccava pagare un milione…). gm

Pubblicità

Tag:

11 Risposte to “Lodi del corpo maschile / Una “dislode”: La prostata”

  1. manu Says:

    non mi piace
    non se ne può più di sentirlo nominare…pure qui?!?

    e poi vedi regolamento:

    8. Non si tratta di lodare l’incavo del ginocchio di Luigi o l’alluce di Giovanni: ma di lodare l’incavo del ginocchio in sé e per sé, l’idea platonica di incavo del ginocchio.

    propongo che valga il principio anche per la dislode

    no. mi dispiace, non mi fa nemmeno ridere

  2. Morena Silingardi Says:

    Sono d’accordo sul fatto che il sentirlo nominare sia ormai di troppo ovunque, ma il ragionamento di Rosaria sulla dislode è invece molto interessante. Credo che questo sia il suo tentativo di smuovere un po’ le acque, ma penso che l’abbia già detto meglio lei, in molti suoi interventi.

  3. dm Says:

    Rosaria Lo Russo, Giulio non fate i furbini. Come già ho scritto (qui) sono molti i contrari di lode, tra cui: “attacco”, “deprezzamento”, “demerito” (vedi il dizionario dei sinonimi e dei contrari). Non v’è ragione quindi di coniare “dislode”, se non per la ragione per cui, quasi ogni giorno, in Italia qualcuno si inventa una parola, in giornalismo e in politica di solito, per non dirne un’altra. Ciò riguardo al titolo.
    C’è una seconda furbizia, non da biasimo ma da sottolineare: la scelta di Berlusconi quale agnello, pardon lupo sacrificale. Per non rivolgere l’attacco, diciamo così, per quanto benevolo, alla Prostata, cioè ad una parte del corpo di tutti gli uomini, si è scelto un uomo comunemente già deprezzato, attaccato e con tutti i demeriti possibili, che è, per quanto anti-berlusconiano uno possa essere, una vigliaccatina bella e buona.
    Il corpo è fragile di questi tempi. Oltretutto un attacco al corpo maschile – adattando le indicazioni di Giulio per le lodi, che condivido – dovrebbe poterlo fare solo chi prova avversione, laddove era desiderio, per il corpo maschile. Ed è in questo caso è probabile che verrebbe fuori qualcosa di buono, per quanto in certi casi eticamente discutibile. Ma almeno, qualcosa di utile.
    Insomma, l’invito è: le misandriche gettino la maschera e si rendano utili, o tacciano. Mi sembra ragionevole.

  4. Giulio Mozzi Says:

    Penso anch’io che questa “dislode” di Rosaria sia un bel po’ fuori bersaglio. Però l’idea della “dislode” mi piace.

    E mi piace anche l’idea di inventare – per scherzo, come spessissimo si fa – una parola.

  5. dm Says:

    Forse sono io che prendo tutto troppo seriamente. Sarà che non ho il tv, che leggo romanzi troppo cupi, che vado alle feste e mi annoio, ma.
    Ma a legger questo

    Organo ancor segretamente umano
    volle ammalarsi e zac! da cybersilvio.
    E lo lasció impotente, Lui già nano.

    e quest’altro (il prototipo, diciamo così)

    Piú sbadiglio che haiku

    Scruto lo scroto e poi
    lo tocco. Anche in lui
    qualcosa resta moscio.

    sembra ce ne sia a sufficienza per far risorgere Freud animato dalle migliori speranze.
    E lo zombie di Freud poi va gestito.

  6. Giulio Mozzi Says:

    Nemmeno io ci ho il tv, Daniele; e i romanzi più allegri che ho letti ultimamente sono quelli di Friedrich Dürrenmatt.

  7. rosaria lo russo Says:

    Mea culpa. Giluio non voleva pubblicare. Ma io insistetti con colesso (neologismo ironico fra i tanti di Testori) affinché pubblicasse queste mie esternazioni cossighiane, brutte e buone. Ma sarei felice veramente solo se qualcuno agisse e facesse il DISLODO BERLUSCONI e ce lo levasse dai … oni. Berlusconi infatti é il male: se ne parla troppo ma esiste.
    Ohi, dm, macché Feud. Una cosa é la poesia, altra é la vita. Ho avuto piú uomini che capelli in capo: attualmente é il settennato di Nicola detto Rumi, che spero di rinnovare, sempre con Napolitano presidente della repubblica delle banane, naturalmente. E, per ora almeno, a meno che la Valduga non mi mandi un accidente ulteriore, quanto a capelli li ho folti (ctrl. il mio blog http://www.rosarialorusso.wordpress.com).
    P. s. Il brutto é categoria molto importante della poesia barocca e in generale di qualsivoglia gioco (al massacro) formale nella nostra cara tradizione letteraria. E su queste stupende Vibrisse di poesi brutte se ne é viste parecchie. Amo il brutto, se é utile alle esplorazioni.

  8. Morena Silingardi Says:

    Mi preme: far notare a dm e a Giulio che nessuno ha tirato in ballo Freud o il suo zombie quando hanno discettato di misure gonfiabili o meno, questo perché a tutti sarà parso evidente il loro divertimento e/o interesse. Alle donne è concesso molto più raramente la leggerezza, viene subito confusa con altro. In ogni caso, stiamo imparando alla svelta a divertirci con chi si vuole divertire, è una grandissima conquista. (E anche per oggi, il mio proclama quotidiano è fatto!)

  9. Giulio Mozzi Says:

    No, Berlusconi non è il male.

  10. dm Says:

    Rosaria Lo Russo: non mi permetterei di riferirmi alla vita privata (figuriamoci a quella affettiva in particolare) di qualche d’uno a partire dal testo.
    Oltretutto l’avversione per l’altro sesso c’entra poco con le relazioni affettive. La maggior parte degli amici che ho (e delle amiche, forse più delle amiche) son campioni di misoginia… Hanno relazioni durature, o comunque una vita affettiva e sessuale da oscar.
    Quanto al brutto, secondo me il brutto più brutto è il brutto inautentico.

    Morena Silingardi, non tutto è riconducibile ai giochi fatti nella palestra delle medie, maschi contro femmine. Non facciamone un problema di genere. In internet, e anche in questo blog mi è capitato spesso di polemizzare con autori di testi in odore di misoginia e anche se i testi, gli autori mi parevano buoni.
    E poi… Freud non è mica un’arma, può essere un testimonial in alcuni casi.

  11. michele Says:

    E’ importante conoscere bene l’argomento quando si parla di prostata. Mi permetto di linkare un articolo interessante:
    http://www.medicitalia.it/salute/prostata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: