Lodi del corpo maschile / I baffi (terzine incatenate)

by

di Mariella Prestante

[Vuoi partecipare alle Lodi del corpo maschile? Leggi qui. Per leggere tutte le Lodi del corpo maschile, guarda qui].

Oh quei baffetti, quei baffetti tuoi,
fedeli amici di un tempo migliore,
io no davvero non li taglierei.

Danno al tuo viso un’aria superiore
da uomo fatto, che sa i fatti suoi:
come la valigetta dà al dottore

l’aria professionale. Fatti tuoi
comunque: i miei ricordi contan poco.
‒ Quali ricordi? ‒. Non ricordi? I tuoi

baci primissimi, che mi pungevano
il naso, e protestavo… Poi la grande
nottata, quando fummo Adamo ed Eva,

al buio, un po’ impauriti, e le mutande
io non volevo togliere… “Ma tu
sei nudo?”. “Nudo con i baffi!”. L’Ande

e gli Appennini quella notte, in su
e in giù scalammo, e pure l’Himalaya.
Ah, quell’incanto che non torna più…

‒ Dunque li tengo? ‒. O non capisci? Vai a
quel tuo paese, scusa. Tagli i baffi?
Chiama il poeta, corri alla petraia:

al nostro amor la tomba e gli epitaffi…

Nota dell’autrice. Il terzo verso non rima – come sarebbe regola – col primo, bensì col primo del testo a cui si allude: Giosue Carducci, Davanti san Guido: “O cipressetti, cipressetti miei, / fedeli amici d’un tempo migliore” eccetera. Edmondo De Amicis, Dagli Appennini alle Ande.

Tag: , ,

2 Risposte to “Lodi del corpo maschile / I baffi (terzine incatenate)”

  1. Cristina Venneri Says:

    C’è poco da fare, le terzine incatenate sono le più belle.

  2. Giulio Mozzi Says:

    Sì, ma non queste di Mariella.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...