Lodi del corpo maschile / La carezza

by

di Mariella Prestante

[Vuoi partecipare alle Lodi del corpo maschile? Leggi qui. Per leggere tutte le Lodi del corpo maschile, guarda qui.].

Bel palmo, bella pelle, belle dita,
bei tendini guizzanti, belle vene
non rilevate e chiare: o mani degne
della più umìle lode, custodita

in voi è la bellezza più squisita
del corpo maschio: il tocco che mi tiene
a quello avvinta mentre tutto freme
il mio, di corpo; ed io son sbalordita.

Oh non è il bacio non è la profonda
penetrazione: è la carezza lieve,
il lento diteggiare sul capezzolo

o sulla vulva che dà l’onda, l’onda
che inonda me, che mi fa fuoco e neve:
e sospirando mi fa dir: “Corbezzoli!…”.

Tag:

11 Risposte to “Lodi del corpo maschile / La carezza”

  1. Mirella Says:

    Proprio bella. Soprattutto mi piace la chiusa, corbezzoli!

  2. amanda Says:

    che mi fa fuoco e neve….

  3. Nadia Bertolani Says:

    Brivido caldo! Brava! :*

  4. Giulio Mozzi Says:

    Mariella, io capisco così: che la lode “umile” consiste nel dire semplicemente che la tal cosa è bella; senza lanciarsi in ulteriori complimenti. Capisco secondo le tue intenzioni?

    Poi:

    Qual fior cadea sul lembo,
    qual su le trecce bionde,
    ch’oro forbito et perle
    eran quel dì, a vederle;
    qual si posava in terra, e qual su l’onde;
    qual, con un vago errore
    girando, parea dir: Qui regna Amore.

    Al di là di tutto il modo, che mi pare assai à la Petrarca (anche “fuoco e neve”, tutta la prima quartina ecc.) io qui ci vedo una citazione smaccata….

  5. Morena Silingardi Says:

    Anche io capisco allo stesso modo, mi pare proprio ben pensato che “bello” sia per un’umile lode e mi piacerebbe fossero queste le intenzioni di Mariella.
    Se citazione smaccata ci vuole essere, ottimo il trasformare “Qui regna amore” in “Corbezzoli!…”, per quanto un po’ d’antan, certo più nel nostro dire.

  6. Francesca Says:

    Faccio fatica a spiegare perché (a volte le associazioni mentali sono strane e involontarie), ma mi ha fatto venire in mente un particolare di un gruppo statuario di Bernini, Il ratto di Proserpina, con le mani di Ade che affondano nella carne di Proserpina. Bellissima!

  7. Giulio Mozzi Says:

    Ratto-di-Proserpina-grande

  8. manu Says:

    mi vien da dire: santi numi! 🙂
    non ricordavo. incredibile. vera da far male

  9. Mariella Says:

    Grazie per gli apprezzamenti.

    @ Mozzi. Ci hai preso. Vinci la bambolina.

    @ Francesca. Dove la scultura incontra il salsicciotto.

  10. Lodi del corpo maschile / Il tocco (odicina) | vibrisse, bollettino Says:

    […] dell’autrice. Sono tornata su un tema da me stessa già toccato. “Quel tal” è Cielo D’Alcamo, vedi il testo completo; il verso significa: […]

  11. Lodi del corpo maschile / Produzione di lodi a mezzo di lodi | vibrisse, bollettino Says:

    […] spedita mi fa subito pensare. A cosa? A un tema a me caro, tanto che l’ho già trattato qui e qui. Comincio dunque a pensarci (in autobus, tornando dall’ospedale – e perché fossi […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: