Tagebuch, 15 giugno, sabato

by

di Claudio Salvi

notte in casa sazi buttati sul divano, con una finestra aperta da dove non si vede niente. seduto accanto al divano con le gambe incrociate un po’ in disparte guardo gli altri. il mattino è bello – non la notte ma una luce si vede, dico a uno che guarda fuori con una gamba piegata e le mani intorno al ginocchio. dato che la finestra è socchiusa sento che passano le auto.

Una Risposta to “Tagebuch, 15 giugno, sabato”

  1. manu Says:

    notte in casa
    divano
    finestra aperta
    gambe incrociate
    un po’ in disparte

    sembra un quadro di alberto sughi. senza donnine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...