Dall’archivio privatissimo

by

di giuliomozzi

e non restò
se non il tempo necessario a
prendere su le sue cose e
metterle in una borsa, due borse, poi
andò
non si sa dove, non
tornò, non
si seppe più nulla di lui, finché
non diedero i giornali la notizia
dell’incendio nel negozio di vernici
del corpo carbonizzato
del tipo che viveva lì, tollerato
dal proprietario in cambio
di piccoli servizi, una custodia

2007

Pubblicità

Una Risposta to “Dall’archivio privatissimo”

  1. Barbara Buoso Says:

    Lacera – me – quel “tollerato”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: