Dall’archivio privatissimo

by

di giuliomozzi

e no, se non c’è nome
alcuno, se nel verso si è ridotto
è tempo perso
è nome di nessuno

che indossa il cappotto
ed esce a camminare
per ore nelle strade
per ore nella pioggia

e va e non si appoggia
come uno che vada
tanto per andare e non ha meta
(e se ce l’ha, gli è segreta)

e se la meta è dove
e se la meta è nome
e se la meta è meta
dove si gira e torna indietro

torna al punto di partenza
al nome di partenza

Appunto senza numero né data, forse 2004. Non ditemi che è brutto, lo so da me. Stavo cercando delle rime, e mi rigiravo sempre le stesse parole. gm

12 Risposte to “Dall’archivio privatissimo”

  1. normanna Says:

    LA MANO
    Ventisette ossa,
    trentacinque muscoli,
    circa duemila cellule nervose
    in ogni polpastrello delle nostre cinque dita.
    E’ più che sufficiente
    per scrivere Mein Kampf
    o Winnie the Pooh.
    (W. Szymborska – Basta così – Adelphi 2012)

  2. di questi tempi Says:

    eppure trovo l’incanto di filastrocca e qualche nota da pifferaio, un’aroma di cannella e… vaniglia, direi.

  3. Felice Muolo Says:

    Non lo diciamo perchè non lo è.

  4. anita Feltrin Says:

    se l’hai messa qui… ci credi

  5. massimo cassani Says:

    Come dire che nel dizionario è contenuta tutta la Recherche…(cosa per altro vera, come è vera la cosa scritta da W. Szymborska…).

  6. Antonio Maria Logani Says:

    “NON chiamatemi Bukowsky. Ditemi che sono Book ‘o whisky”.
    1984 (Harlem) New York

    Ognuno se la scrive come la pensa; in ciò ci vuole coraggio.

  7. Giulio Mozzi Says:

    L’ho messa perché c’è dentro qualcosa che mi sfugge, e non acchiappo; e speravo che magari qualcuno riuscisse a indicarmelo (difficile).

  8. di questi tempi Says:

    forse non dovrebbe tornare al “nome di partenza”. in realtà torna ad un nome che non c’è, è senza nome. oppure è essenza di quel nome che non c’è.

  9. bruno clocchiatti Says:

    Ci vedo delle analogie, forti analogie, col Molloy di Beckett, non so se concordi. Questo obiettivo misterioso che ti spinge a muoverti e poi, al tuo ritorno (eterno), forse non è successo niente, forse poco o niente è cambiato. C’entrerebbe qualcosa anche Vico, ma non ne sono certo.

  10. Maria Says:

    Io trovo invece uno stile particolare che mi riporta subito a quel numero 36 che mi ha innamorata. Qui c’è una certa circolarità della vita. Quella che ci portiamo appresso un po’ tutti. Ma magari dico cavolate.

  11. manu Says:

    non sarà un ‘indicibile’ di Perechiana memoria? un cammino a ritroso che si nutre di ciò che ha innescato il tornare al punto di partenza…?

  12. enrico Says:

    Un tentativo di lettura. Unità delle strofe. Il gioco del no, del negativo (prima strofa) – perdere tempo, nessun senso; un modo per rispondere al “no” (all’assenza, al nessuno, al “nome” dissolto, ristretto, rattrappito, alla sordità della voce)? Prendere e andare, andare, andare, per ore (Giulio questo sei tu in tanti libri: c’è qualcosa là fuori, sul treno, in autobus, per strada…); Andare in solitudine (“non si appoggia”); perché “andare senza meta”? Perché la ricerca non ha nome (logos) non ha obiettivo (telos), è “ricerca pura”, persino spaesatezza… e per la terza strofa è anche “ricerca vuota”. Il dentro insensato, il fuori-ricerca solitaria, orgogliosa… un dubbio poi (quarta strofa): che “non ci sia LA meta”, o meglio che non ci sia LA meta là fuori (che non si sa poi qual è, in fondo)… ma che si tratti di un gioco dell’andare, quindi anche del ritornare… alla fine può essere che sia tutto un problema… linguistico, sofistico, retorico, ovverosia che la meta sia… un nome, non una direzione? E che forse smontando e lavorando sui “nomi”, si possa trovare qualcosa di più? Ma cosa? Cosa?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: