Cartello

by

di giuliomozzi

Sono le dieci e un quarto. A quest’ora il reparto è chiuso ai visitatori. Suono il campanello. Aspetto qualche minuto.
La porta scorrevole si apre.
“Buongiorno”, dico all’infermiera. “Dov’è la segreteria del reparto?”.
L’infermiera sospira. “Alle sue spalle, svolta a destra, poi a sinistra, in fondo al corridoio”.
“Grazie”, dico.
“Non capisco perché vengano tutti qui a chiedere”, dice l’infermiera.
“Perché non c’è un cartello con la freccia che dica Segreteria“, dico.
“Ma sì che c’è”, dice l’infermiera. “E’ che nessuno guarda”.
“Allora mi scuso per il disturbo”, dico.
“Si figuri”, dice l’infermiera.
L’infermiera fa un passo indietro, si volta e si allontana dalla porta. Mi allontano anch’io. Sento la porta scorrevole chiudersi. Controllo le pareti della sala d’attesa. Non vedo nessun cartello. Vado. Svolto a destra, poi a sinistra. A metà corridoio c’è un cartello: Segreteria, con la freccia.
Faccio quel che devo fare in segreteria, poi dico: “Perché non fate mettere un cartello Segreteria con la freccia in sala d’aspetto?”.
“Eh”, dice la segretaria, “quelli del reparto ce lo chiedono sempre”.
“Ma perché non ce lo mettete?”, dico.
“Dicono che tutti vanno sempre da loro”, dice la segretaria.
“Basterebbe mettere un cartello”, dico.
“A tutte le ore”, dicono, “Anche fuori dalle ore delle visite”.
“Un cartello?”, dico.
“D’altra parte”, dice la segretaria, “non è colpa nostra se ci hanno ficcati in questo buco qui”.
“Magari un cartello…”, dico.
“E poi questo ospedale è tutto un labirinto”, dice la segretaria.
“Però, se ci fosse un cartello…”, dico.
“Eh, cartelli, cartelli”, dice la segretaria. “Poi la gente non li guarda neanche”.

5 Risposte to “Cartello”

  1. di questi tempi Says:

    hehehehe…

  2. Greco Sabrina Says:

    Una Corona (Boreale).
    Perché il cielo senza nuvole non è sempre visibile. Ci vuole il vento o la quiete dell’estate. La Natura, la Bellezza assoluta, armoniosa e silenziosa, si rivela a tratti, tra i vapori della terra e la perfezione superiore dell’irraggiungibile.
    E qui ancora eroi, purtroppo. O soltanto uomini e donne a vincere la bestialità.

  3. antoniolamalfa Says:


    “Però, se ci fosse un cartello…”, dico.
    “Eh, cartelli, cartelli”, dice la segretaria. “Poi la gente non li guarda neanche.”
    “Beh, almeno diamo una possibilità in più alla gente di non perdersi.”, dico” Io, per esempio, prima di suonare in reparto ho cerc…”
    “Ma poi”, dice la segretaria” lei lo sa qual è il problema principale, quello che sta alla base di tutto?”
    “Non saprei”, dico.
    “La gente non ascolta. Non ascolta più. Tu parli parli parli, e gli altri? non ascoltano. “, dice la segretaria.

  4. Daniela Says:

    Amara risata interna per una tipica attitudine da italiani.

  5. Lo Says:

    in germania, segreteria studenti dell’università. arrivo in orario di apertura ma lo sportello è vuoto. attendo con italica abitudine, per niente sorpreso.
    poco dopo una ragazza si affaccia dalla porta, mi vede, trasale, torna dentro, si affaccia allo sportello.
    “Scusi, scusi” dice
    “Non c’è problema, si figuri, dovrei fare…”
    “Mi scusi ancora. Mi dica.”
    “Dovrei fare questo e chiedere quest’altro”
    “Benissimo, lo faccio subito.” Si gira, sta per allontanarsi, mi chiede ancora scusa. Fa quel che deve fare (in un minuto), mi passa i documenti, la saluto, lei mi saluta e si scusa ancora. Penso che andrà ad autodenunciarsi per avere una lettera di richiamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: