Luisito Bianchi

by
Luisito Bianchi con la madre (1962)

Luisito Bianchi è morto il 5 gennaio 2012. Qui è in una fotografia del 1962, con la madre.

Luisito Bianchi, sacerdote, è morto il 5 gennaio 2012. Il funerale si svolgerà oggi 7 gennaio, alle 11.30, presso l’abbazia di Viboldone (Mi). Bianchi era noto al grande pubblico soprattutto per il romanzo La messa dell’uomo disarmato; ma importanti sono anche i suoi scritti teologici. Chi non lo conoscesse, e volesse avere un’idea di lui, può consultare il sito Ora Sesta, curato dagli amici, o la lunga intervista di Angelo Bertani apparsa nel 2005 in Jesus.

Tag:

15 Risposte to “Luisito Bianchi”

  1. Bachisio Bachis Says:

    Giulio, i due link rimandano entrambi a Jesus. Un saluto.

  2. flavio marcolini Says:

    Cliccando sul link non riesco ad aprire Ora Sesta. Cancella pure il messaggio. E grazie, Giulio.

  3. Isa Says:

    Sia fatta la volontà di Dio, come sempre. Spero però che questo evento diventi un’occasione per rileggere almeno La messa dell’uomo disarmato, che secondo me è un capolavoro manzoniano.

  4. monica Says:

    che bella foto hai trovato.

  5. Giulio Mozzi Says:

    Ho corretto i link. Grazie.

  6. Daniela Matronola Says:

    Grazie Giulio.
    Un saluto, DaniMat

  7. Bandini Says:

    Mi dispiace tantissimo.
    Il suo “La messa dell’uomo disarmato” è uno dei più bei libri italiani che io abbia letto.

  8. dario Says:

    …stavo per scrivere un commento uguale a quello di bandini…

  9. dario Says:

    … e già che ci sono, un ringraziamento a Giulio che me lo ha fatto scoprire, pubblicandolo per Sironi.

  10. Giulio Mozzi Says:

    Il ringraziamento va a tutta la squadra della casa editrice; e in particolare a Paola Borgonovo, che portò il libro in redazione.

  11. Barbara Says:

    Giulio Mozzi, grazie a te e Sironi per La messa dell’uomo disarmato.
    E Luisito Bianchi,
    per ciò si trova in paradiso.

  12. paola meardi Says:

    Il mio incontro con don Luisito Bianchi è avvenuto grazie a “Come un atomo sulla bilancia” ed è stato illuminante. Per chi si ritiene cristiano in cammio, capace di mettere e mettersi in discussione all’interno di una Chiesa che troppo spesso sembra invece immobile, la sua testimonianza viva (tuttora viva) è preziosa: quella di un prete che riflette e interroga e “pungola” questa Chiesa, senza mai cadere nella protesta sterile e comunicando invece, anche nelle pagine più sofferte del diario che condivide con noi, il suo amore per essa e la sua volontà di esserne parte.

  13. marta t Says:

    Un mese fa passavo le mie notti su “Lunario del paradiso” e non riuscivo a smettere di leggere, e non riuscivo a smettere di piangere leggendo. Mi dicevo, mentre leggevo, che Luisito apparteneva ad un tipo di uomini rarissi. Uno di quelli che quando scrivono ti leggono e ti toccano dentro. Grazie Luisito.

  14. rino Says:

    solo seguendo la sua idea sulla gratuità del sacerdozio la chiesa cattolica si potra salvare della sua fine

  15. Giulio Mozzi Says:

    Peraltro non solo sua, ma già di san Paolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: