Pubblicità (poetica)

by

L’originale viene da qui.

6 Risposte to “Pubblicità (poetica)”

  1. Filippo Albertin Says:

    Ma le mucche sognano e poetano come gli androidi sognano pecore elettriche?

  2. ulissefiolo Says:

    Popò di differenza con Borges…

    *

    Spinoza

    Le mani trasparenti dell’ebreo
    nella penombra intagliano cristalli,
    la sera muore in timore e tremore
    (ogni sera è uguale alle altre sere).

    Quelle mani e lo spazio di tramonto
    che impallidisce al confine del ghetto,
    appena esistono per l’uomo quieto
    che sta sognando un chiaro labirinto.

    Non lo turba la fama, che è riflesso
    di sogni dentro il sogno di altri specchi,
    né il verecondo amore delle vergini.

    Liberato da mito e da metafora,
    taglia un arduo cristallo: l’infinito,
    mappa di Chi è tutte le Sue stelle.

    *

    Las traslùcidas manos del judìo
    labran en la penumbra los cristales
    y la tarde que muere es miedo y frìo.
    (Las tardes a las tardes son iguales.)

    Las manos y el espacio de jacinto
    que palidece en el confin del Gheto
    casi no existen para el hombre quieto
    que està soñando un claro laberinto.

    No lo turba la fama, ese reflejo
    de sueños en el sueño de otro espejo,
    ni el temeroso amor de las doncellas.

    Libre de la metàfora y del mito
    labra un arduo cristal: el infinito
    mapa de Aquel que es todas Sus estrellas.

  3. paola martini Says:

    Addesso vado in senso di colpa, perché non vorrei mai che alcuni miei commenti di ieri fossero sembrati scortesi. Senso di colpa sempre postumo, il mio, perché sono impulsiva e ridanciana e mi prendo gioco di quasi tutto. A causa della mia età attempata, considero importanti pochissime cose: una grave malattia, la morte di un giovane, un figlio disabile e così via. Lo so che dovrei parlare meno e pensare di più a ciò che dico, ma sempre per l’età attempata,mi è difficile cambiare. In quanto a ciò che si fa nella vita, è solo quello che la vita ci consente di fare e fino all’ultimo le cose possono (alle volte, nostro malgrado) cambiare. Quanto sono seria, oggi!

  4. Anna Maria Ercilli Says:

    non conosco l’illuminazione…
    sognare e risvegliarsi da un sogno
    e credere ancora nel significato del sogno
    aiuta a sognare ad occhi aperti
    non è un male sognare ma credere di aver sognato

    (scusa il gioco)
    an ma

  5. mimmo Says:

    A proposito di pratica, la casella di posta della “lanterna magica” deve essere piena perché le richieste d’informazioni rimbalzano!
    Ci vediamo spero presto e …. se si sta imparando a sognare non importa se l’aula è grigia e polverosa, illuminata di neon ronzanti. Poi non dimentichiamoci la nostra storia di simposi in giardini lussureggianti e rosai centenari………………….

  6. Sandro Says:

    Questa serie di pubblicità me lo sto proprio godendo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...