E’ un bene che la casa diventi nuda

by

di Demetrio Paolin

[E’ uscito il terzo numero di Atti Impuri (qui l’introduzione di Sparajuri e le modalità per acquistarlo on line). Pubblico il mio racconto, che in realtà è parte del nuovo romanzo che sto scrivendo. E ringrazio Giulio perché quella mattina alle cinque era sveglio anche lui. dp]

Lo pagavano per questo: mettere insieme la sua sapienza biologica e la sua esperienza organizzativa. Tornato dalla guerra aveva continuato a fare quello che faceva, solo su scala ridotta.
Negli anni le sue forme d’odio – Heinrich aveva una speciale capacità di odiare – erano diventate millimetriche. Più l’oggetto era minuscolo, più la bestia da eliminare era piccola, maggiore era la cura nei progetti che elaborava.

Leggi E’ un bene che la casa diventi nuda (pdf)

Tag: , ,

7 Risposte to “E’ un bene che la casa diventi nuda”

  1. demetrio Says:

    la foto di cui si racconta è questa

    http://www.mymilitaria.it/liste_03/goering_ah_card.htm

    d.

  2. Ivano Porpora Says:

    Io Demetrio non l’ho ancora capito.
    Ha una scrittura dura e priva nonostante sia pregna.
    Il capitolo, inutile (inutile?) dirlo, è bellissimo. Bellissimo perché, da entomologo della scrittura quale egli è, Paolin vede e ingigantisce i dettagli fino a rendere significativi spostamenti, sbilanciamenti, microcomportamenti. Non a caso la frase più cruda è all’interno della citazione qui sopra:
    “Negli anni le sue forme d’odio – Heinrich aveva una speciale capacità di odiare – erano diventate millimetriche”.

  3. marino Says:

    avevo letto su Atti impuri. Ricordo i tempi in cui conobbi Demetrio e la sua scrittura, prima questa. Dico una banalità ma la scrittura di Demetrio ha qualcosa che se la guardi da una certo lato, proprio come se uno avesse la possibilità di guardare il filo spinato della scrittura da un lato, la vedi bene cosa è, è come sentire Tenco ( una delle prime cose che lessi di Demetrio era su Tenco ) e sentire
    che è una cosa diversa da tutte le altre. può piacere o no, ma se piace piace molto.

  4. demetrio Says:

    ivano e marino, grazie. dai vostri commenti, se posso cavarmela con una boutade, esce fuori che la mia è una scrittura “diabolica”, nel senso etimologico del termine, ovvero che “divide”. Il che mi pare un bel complimento.

    d.

  5. melania Says:

    stampato e letto. impossibile fare osservazioni originali. non so se mi è piaciuto oppure no, la scrittura non mi ha lasciato indifferente, mi ha inquietato un po’. l’argomento, senza quel tipo di scrittura, è inesistente, forse perchè troppo.

  6. demetrio Says:

    @melania
    intanto grazie. il tema è enorme, ma penso proprio che la scrittura debba prendersi la responsabilità di provare a parlare di questo tema e di farlo, usando la struttura e la lingua dell’invenzione.

    sul piacere o meno, sai è da tempo che mi chiedo se esistano “cose” belle o cose brutte, e mi sono detto che l’importante è che queste “cose” funzionino: ovvero dicano precisamente ciò he volevi dicessero.

    grazie

    d.

  7. melania Says:

    ecco, demetrio, credo che un tema del genere abbia davvero bisogno di una forma e quindi di un linguaggio particolare, altrimenti lo trovo indicibile sia perchè già troppo detto sia perchè mai detto abbastanza. non so se mi sono capita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: