Questo è il potere

by

[…] Ma io sento, e in definitiva credo, che se Margherita Hack può pubblicare un libro su quell’argomento [Libera scienza in libero Stato] e attirare tante persone agli eventi cui partecipa non è perché sia una grande astrofisica, e nemmeno perché ha una mente attrezzata alla logica, e addirittura nemmeno perché si dà per scontato che abbia esperienze significative e opinioni sensate e/o rivoluzionarie di cui parlare: io sento e in definitiva credo che se Margherita Hack può pubblicare un libro su quell’argomento, un libro che in copertina ha la faccia di Margherita Hack, e attirare tante persone agli eventi cui partecipa, è perché oggi, per la maggior parte di noi, Margherita Hack è un personaggio mediatico, nella fattispecie una simpatica vecchietta che si dice sia una grande scienziata e che è famosa per le sue uscite antireligiose in divertente accento toscano. […]

Leggi tutto l’articolo di Jacopo Nacci. (Che non è un articolo su Margherita Hack: è un articolo – come dice il mio titolo – sul potere). (gm)

Tag: ,

4 Risposte to “Questo è il potere”

  1. dm Says:

    (Un piccolo contributo)

    Io credo che gli “idoli mediatici” diventati poi divulgatori svolgano un ruolo importante e molto utile in questa società. A me è capitato sottomano un testo della Hack, e potrei confermare che è “in grado di affascinare”. Per lo stesso motivo penso che, pur con qualche caduta, Roberto Saviano faccia bene a far quel che fa. Il punto, come dice Jacopo Nacci, sono le competenze. Quando un “idolo mediatico” sconfina dal campo del sapere che gli è proprio per diventare una sorta di guru, e sconfina non in un campo in cui c’è spazio per la riflessione personale, ma in un ambito specifico e specialistico, abbiamo un problema.
    Il problema è che questo potere può essere strumentalizzato dal Potere, di chi governa, per ottenere consenso attorno alle proprie scelte.

    Facciamo un esempio (si è già discusso parecchio di questo, non voglio tornare sulla questione, ma il riferimento a Veronesi mi sembra pertinente).
    Se un medico, diventato agli occhi della gente una specie di guru in ambito scientifico, anche perché la sua immagine è stata spesso utilizzata per comunicazioni di vario intento legate alla lotta ai tumori, e al suo volto sono in molti quelli che associano una specie di mantra rassicuratorio sulla malattia più temuta nel mondo, se Veronesi, insomma, si esprime in materia di economia, di scienza e tecnica, di sicurezza delle centrali nucleari, e lo fa appunto in quella veste e con quell’aura di guru, e non come semplice politico, medico e intellettuale, ma appunto come guru scientifico e rassicuratorio, provoca una pericolosa distorsione.
    A sostegno di ciò porto una piccola prova.

    Link all’immagine.

    Quest’immagine mostra il grafico dei volumi delle ricerche in Google (negli ultimi 12 mesi), per le parole: veronesi nucleare, veronesi tumore, veronesi tumore al seno. Sono tra le parole più ricercate che riguardano la persona di Veronesi.

    Veronesi è “un medico, un oncologo e un politico italiano”, leggo in Wikipedia, eppure le persone che cercano suoi contributi informativi riguardo all’uso dell’energia nucleare (per l’approvvigionamento energetico, questo è indubbio) rappresentate dalla linea azzurra, sono enormemente superiori a quelle che cercano suoi contributi informativi riguardanti la cura e la prevenzione dei tumori. E non è che i tumori non siano nelle preoccupazioni degli italiani, soprattutto il tumore al seno.
    Da notare che il picco più alto è nel marzo 2011, proprio quando è avvenuto l’incidente di Fukushima. Ma, anche prima dell’incidente di Fukushima, il volume di queste ricerche è molto alto e sempre superiore rispetto ai temi su cui Veronesi è effettivamente competente.

  2. matteoplatone Says:

    Io tra credenza detta in modo affascinante (“lusinga” la chiamava Socrate) e conoscenza, preferisco la conoscenza.

  3. paolab Says:

    mah. non capisco perché a una persona di provato valore scientifico non debba essere riconosciuto il titolo di parlare dei rapporti tra scienza e potere. (che è l’argomento del libro in questione). tutto il discorso di jacopo nacci avrebbe senso solo se la hack, per esempio, fosse stata chiamata a parlare di filosofia teoretica, o di esegesi biblica, o di chimica dei fertilizzanti. che ne so. l’argomento di questo libro mi sembra molto attinente con la storia di questa persona. non mi pare affatto una forzatura. mi vengono in mente i libri di renzo tomatis (ricercatore medico in campo oncologico) che parlano solo e soltanto di questo: la pressione del potere (economico e politico) sulla ricerca. secondo il discorso di nacci, tomatis non avrebbe avuto titolo a scriverli. restasse alle sue provette. siamo sicuri che sarebbe sensato o anche solo meglio? di quale potere stiamo parlando?

  4. jacopo nacci Says:

    Ciao Paolab.
    Preciso che non ho scritto che a Margherita Hack «non debba essere riconosciuto il titolo di parlare dei rapporti tra scienza e potere» (anche se non sono sicuro che il «provato valore scientifico» sia il titolo che più di ogni altro abiliti a parlare dei rapporti tra scienza e potere).
    Infatti ho scritto:
    «E’ un argomento del quale forse può discutere chiunque abbia fatto le sue stesse esperienze, ed è un argomento che almeno in parte è alla portata di chiunque abbia una mente particolarmente attrezzata alla logica».
    Ti dirò di più: sono convinto anche io che sia un bene che uno scienziato parli delle sue esperienze in merito ai rapporti tra scienza e potere.
    Ho scritto che sento e credo che, se Margherita Hack può pubblicare un libro su quell’argomento, un libro che ha in copertina la sua faccia, e attirare tante persone agli eventi cui partecipa, questo accade per le stesse ragioni per le quali potrebbe, eventualmente, permettersi di parlare di filosofia teoretica, o di esegesi biblica, o di chimica dei fertilizzanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...