Anobii

by

Racconti di una logorrea ipnotica e inconcludente, con rare eccezioni di intensità emotiva e un dolore espresso talmente bene da diventare fisico (le dieci pagine di Apertura, da sole, varrebbero quattro stelline). * Il Male naturale raccontato è così ferale e diabolico che l’anima pare eclissarsi. * L’ho letto nel 1998, lo rileggo spesso, cosa che capita a pochissimi libri, l’ho sottolineato da morire. * Ci sono delle belle trovate, effettivamente è tangibile il dolore della scrittura. Ma mi lascia perplessa. * Uno dei libri che mi hanno torto la vita. (Qui).

Tag:

4 Risposte to “Anobii”

  1. anna Says:

    …trovarlo….

  2. Giulio Mozzi Says:

    A fine gennaio in libreria.

  3. Morgana Says:

    “Questa nuova edizione è corredata da due testi scritti appositamente: uno dello stesso Mozzi, che racconta cosa accadde nel 1998, e uno scritto di Demetrio Paolin, che delinea l’importanza di Mozzi come scrittore-maestro per la generazione successiva.” (http://www.laurana.it/libro_5.php)

    Chi possiede la vecchia edizione ha due validi motivi per acquistare anche quella nuova 🙂

  4. anna Says:

    evviva! allora perchè non ristampare anche le felicità terrena? l’ho recuperato in biblioteca, divorato e amato tremendamente ma di un amore troppo casto, senza i segni, le orecchie a bordo a pagina e quei gesti d’amore necessari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: