Amasso

by

di giuliomozzi

Interregionale da Padova a Bologna. Nove di mattina. Alle mie spalle, due ragazze chiacchierano.
“Ma te réndito conto?”, dice una. “La se gà tólta el me moróso, e po’ la lo gà molà. Ma io la amasso, co’ la vedo, io la amasso”.
L’altra: “Vuoi ammazzarla? Ma sei matta?”.
La prima: “Ma no che no só màta, non la amasso miga del túto. Ma co’ la vedo io la amasso, per davéro, io la amasso. La me lo gà rovinà”.

Tag:

11 Risposte to “Amasso”

  1. cletus Says:

    [Capisco che Cletus voleva scherzare. Ma questa volta lo scherzo – che non colpisce me, sia chiaro – mi è sembrato pesante e inopportuno. Perciò l’ho tolto. giulio mozzi]

  2. missmartinab Says:

    traduzione? una gli ha fregato il ragazzo e poi lo ha già mollato?

  3. Silvia Says:

    “La me lo gà rovinà” è meraviglioso.

  4. vibrisse Says:

    Sì, miss Martina. gm

  5. Anna Maria Ercilli Says:

    il dialetto colora il discorso che non riesce ad essere drammatico…non succederà niente.

  6. Clarabella Says:

    😀
    Geniale!

  7. matteo Says:

    ai miei tempi se diseva copare

  8. Ulisse Says:

    Ma da indove rìvee ste qua?!?
    CiaU

  9. Claudio Rabiolo Says:

    Mozzi,sei l’Arsenio Lupen del dialogo

  10. M. Says:

    questi dialoghi sono favolosi
    maria

  11. sergio pasquandrea Says:

    devo dire che l’idea del moroso “rovinato” dall’altra è un po’ inquietante…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...