Abramo, Polonia e vodka

by

[…] Slawek, il quale viene presentato come una sorta di Cristo che si redime e ci redime attraverso l’infinita serie di croci che si autoinfligge, è di fatto un vincitore, è colui che parte all’inseguimento di un’altra donna. Il Cristo autentico – quello con il messaggio per il mondo, quello che compie l’estremo sacrificio che non prevede ritorno alla salute – è invece la ragazza, che pagherà il prezzo dei propri salvifici tentativi con la solitudine e la follia. È lei, Cristo, ed è lei anche Abramo, nella sua cieca fede pronta a sacrificare il figlio nato dalla relazione con Slawek sull’altare di un amore esigente, scuro, intriso di umori – sperma e vomito su tutto. […]

Leggi in Cose da libri tutto l’articolo, dedicato al romanzo di Veronica Tomassini Sangue di cane.

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...