Società della comunicazione

by

Suona il telefono. Un numero coperto. Rispondo.
“Buondì. Sono Giulio Mozzi”.
“Le passo una telefonata”, dice una voce maschile.
Musica.
Dopo cinque minuti di musica, decido che può bastare. Chiudo la telefonata.
Il telefono suona di nuovo. Sempre numero coperto. Rispondo.
“Buondì. Sono Giulio Mozzi”.
“Le passo una telefonata”, dice la stessa voce maschile.
“Un momento, scusi”, dico. “Anche prima mi ha detto che mi passava una telefonata, ma sono rimasto cinque minuti in attesa per niente”.
“Non è possibile”, dice la voce maschile.
“Posso sapere con chi parlo?”, dico.
“Non lo so”, dice la voce maschile.

“Come non lo sa?”, dico.
“Non lo so”, dice la voce maschile. “E’ il ventotto quindici”.
“Ho capito”, dico. “Ma sto parlando con un’azienda? Un’istituzione?”.
“E’ il museo di ***”, dice la voce maschile.
Istantaneamente capisco chi mi sta cercando, e perché.
“Mi passi la telefonata”, dico.
Sento due clic. Poi silenzio.
Dopo cinque minuti di silenzio, decido che può bastare. Chiudo la telefonata.
Aspetto un po’.
Chiamo io.
“Buongiorno, sono Giulio Mozzi”, dico. “Vorrei parlare con il signor Tale”.
“Il signor Tale?”, dice la voce maschile.
“Sì”, dico. “Lei ha tentato due volte di passarmi la telefonata, ma non sono ancora riuscito a parlarci”.
“Forse non c’è”, dice la voce maschile.

Tag:

10 Risposte to “Società della comunicazione”

  1. cletus Says:

    era il fantasma del Louvre.

    Per forza non c’era.

  2. Ulisse Says:

    Credo che chiunque ne abbia almeno 2 al giorno di “comunicazioni” simili, per non parlar di tutti i fallimenti diretti cioè senza mezzi che complicano…
    CiaU

  3. vbinaghi Says:

    Piccioni viaggiatori…?

  4. roberta Says:

    ehehehehhe

  5. Sandro Says:

    la porta della legge!

    molto bello.

    me ne torno a casa ove da un mese ormai son disconnesso dal mondo, arrivederci alla pausa pranzo di domani…

  6. mauro mirci Says:

    Ma sei sicuro che fosse il museo di ***? No, perché dal modus operandi sembra proprio il centralinista del mio municipio.

  7. liz Says:

    🙂

  8. vittorio ondedei Says:

    Giulio, stanno cercando di incastrarti con il doppio vincolo!!
    Dai sempre ragione ai centralinisti ed ai segretari, affitta un giovane e mettilo ad attendere le comunicazioni! Insomma, Giulio, un attendente è quello che ci vuole! Come usava fare ogni generale che si rispetti! E dal particolare al generale, c’è sempre dispersione di informazioni, ma soprattutto: di carne e fiato!
    v

  9. Giulio Mozzi Says:

    Eh, Vittorio, un attendente va stipendiato.

  10. fabio bussotti Says:

    Tutti gli uomini sono attendenti, tranne gli stipendiati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: