Gettoniera: ci si vede il 25

by

L’inizio di romanzo di Melania Ceccarelli, dopo essere stato cinque giorni in prima pagina di vibrisse, è scivolato nell’archivio. Tutti i testi pubblicati nella Gettoniera – e la spiegazione di che cosa la Gettoniera sia – sono comunque disponibili nella pagina apposita. La prossima uscita della Gettoniera, salvo incidenti, dovrebbe essere il giorno 25. Si tratterà, questa volta, di poesia.
Nel frattempo la Gettoniera di vibrisse continua a ricevere giudizi assai lusinghieri e incoraggianti (vedi). gm

16 Risposte to “Gettoniera: ci si vede il 25”

  1. Manuela Raganati Says:

    incacchiato con Mozzi questo critico…?

  2. vittorio ondedei Says:

    un giorno qualcuno bravo, ma bravo davvero, serio, come quel mio amico
    che leggeva Kant in tedesco perchè ecchissifida delle traduzioni che ci sono in Italia?, ecco uno così si metterà giù a farci capire cosa è stato il mauriziocostanzoshow, come e quanto ha cambiato il nostro modo di cogliere ed accogliere la realtà, illudendoci che l’opinione di ciascuno, essendo propria, abbia uno statuto di verità ineliminabile e salutare.
    Il proprismo è misura del mondo, sbatacchiare le mani e sputare, andando a casa contenti. La misura è nel ritorno a casa, nel loculinolocalino dove tutte le verità dormicchiano felici, bicchiere in mano, sei tu? sì sono io! benissimo! come va? benissimo! tutti a letto! una tazza di caffe d’orzo? eh magari sì, poi però a letto! Eh certo! benissimo!
    A casa, a casa, sospinti nella felicità dell’avròdirittodidirequellochemipare? dallo schermo vetroso respingente, che bello vedere in semicerchio tanti pronti pieni di conoscenze e verità! Arriva sto qualcuno? arriva a dirci come nel vuoto ovattato che ci separa ormai dal mondo si sia spenta ogni possibilità di creare qualcosa ? che tutto diventa un cazzo di resistenza delle proprie ragioni, come se AVERERAGIONE fosse una ragione sufficiente per vivere? mauriziocostanzoshow ha creato un mondo di palline di gomma che sballonzolano prive di una mano che si diverta a lanciarle, sommerse da raggi di sole che le faranno seccare e spolverare via!

  3. Marco Says:

  4. vittorio ondedei Says:

    ebbravo Marco, che ci hai ragione, ci hai…
    me pijo na pastijia giggante, rosa e rossa,
    co ‘o spennacchie innamurate!
    adoro essere ridimensionato!
    v

  5. federica sgaggio Says:

    Se è per questo, Costanzo è stato pure il primo a capire che, muovendosi verso un’apparentemente irrecuperabile deriva la percezione collettiva dei diritti, la tv poteva diventare un ottimo mezzo per fare del proprio caso personale un’occasione di spettacolo e di «reality show».
    Chi andava da Costanzo risolveva i suoi problemi (non sto alludendo ai bisogni di popolarità, ma alle sfighe più varie, dalla perdita del lavoro a non so che) perché Costanzo faceva da tramite fra la sfiga e colui che aveva il potere di annullare la sfiga.

  6. Marco Says:

    No, Vittorio, la canzone si rivolge a quel fissato di Iannozzi non a te.
    L’avevo postata prima che Mozzi accettasse il tuo commento, ancora in coda di moderazione. Da qui l’equivoco. Io ho accesso immediato ai commenti. Appena commento il commento appare, non devo essere moderato.

  7. melania Says:

    uè, mi sa che mi è stata data della casalinga frustrata e non considerata dal marito! ehh si poichè che gli altri sono tutti maschi, mi sa che diceva proprio a me! perdincibacco a me che mai marito volli e mai casalinga fui. urge lavare l’ onta nel sangue. casalinga sarà lei!(con ogni rispetto per le casalinghe, quelle vere)

  8. vittorio ondedei Says:

    Sì Marco, avevo capito, però volevo approfittare abusivamente del tuo richiamo, perchè quando avevo scritto il post dovevo essere in una fase difficile della mia domenica, troppo piovosa per il festeggiare dell’estate e fredda.
    Oppure io sono Iannozzi che, non contento di essere entrato nella gettoniera, cospargo me stesso di livore!

    in ogni caso, grazie per la precisazione Marco, davvero preziosa in ambienti dove le dita sono mitraglie!
    v

  9. dmuriano Says:

    Finalmente irrompe l’entusiasmo degli autori gettonieri. Qualcuno si era trattenuto finora…

  10. Alessandra Says:

    Giulio, dì la verità: questo Iannozzi tu l’hai cestinato, gli hai volato il manoscritto dalla porta insieme al pattume e ora per pietà (o per burla?), l’hai fatto rientrare dalla finestra. E anche lui così inferocito ha avuto il suo momento di gloria in Gettoniera…che volpe!

  11. vittorio ondedei Says:

    ……..che poi Iannozzi e Mozzi
    fan rima….
    v

  12. Marco Says:

    Si’, ma non in stupidita’

  13. vibrisse Says:

    No, Alessandra. Iannozzi non mi ha mai sottoposto alcun dattiloscritto.
    Del resto, mi pare ragionevole e umano supporre sempre, almeno preliminarmente, che se una persona dice una certa cosa, la dice perché la pensa, e non per ragioni strumentali. gm

  14. Alessandra Says:

    Si, la mia era una battuta!

  15. Denis Smaniotto Says:

    Ma intendevi il 25 luglio? Che fine ha fatto la Gettoniera?

  16. Manuela Raganati Says:

    eh me lo son chiesta anche io…Comunque credo di sì, 25 luglio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: