Roberto Saviano, Alessandro Dal Lago

by

Due interventi interessanti a proposito del libro Eroi di carta di Alessandro Dal Lago: uno di Severino Cesari (apparso qualche giorno fa nel quotidiano il manifesto, e ora ripreso in Il primo amore), l’altro di Helena Janeczek (apparso in Nazione indiana).

Roberto Saviano, pochi giorni fa, ha recensito favorevolmente l’ultimo libro di Helena Janeczek (qui). Nella collana einaudiana Stile libero, che Severino Cesari dirige con Paolo Repetti, è da poco apparso La parola contro la Camorra di Roberto Saviano. Se volete, potete pensare che gli interventi di Cesari e Janeczek siano interessati. Oppure, potete pensare – come penso io – che hanno presa la parola due persone che sono umanamente vicine a Roberto Saviano e alla sua vita materiale.

Tag: , ,

7 Risposte to “Roberto Saviano, Alessandro Dal Lago”

  1. helena Says:

    Grazie, Giulio! Della segnalazione e della tua chiosa personale. Proprio perché sono umanamente vicina a Saviano, ho pensato fosse bene limitarmi a un’analisi che non tirasse in ballo la sua vita ecc. Né se la prendesse con la persona di Dal Lago, ma solo con l’autore di un libro che, quello sì, mi sento in diritto di criticare e alla fine giudicare. E dato che semplicemente conosco assai bene ciò che Roberto ha scritto, tutto quel che Dal Lago gli attribuisce ingiustamente mi è saltato all’occhio subito.

  2. lorenzo galbiati Says:

    Io penso che non sia OPPORTUNO che Saviano, che non è un critico letterario, e che ha un grande spazio mediatico, faccia delle recensioni su quotidiani nazionali a grande tiratura di libri di suoi colleghi di nazione indiana, specialmente se sono anche i suoi editor in Mondadori.

    La critica di Janeczek e Cesari a un pamphlet contro Saviano è legittima perchè ognuno ha diritto a dire la sua, e ogni intervento va valutato nel merito, ma il sospetto che sia interessata è inevitabile, dato che c’è un conflitto di interessi e in Italia chi è di sinistra è bene non nasconda mai qualsiasi conflitto di interessi. Vale a dire: la Janeczek su NI ha premesso chi è lei e per chi lavora, chi è Saviano e per chi scrive: ha fatto bene. Ogni lettore deve essere a conoscenza del conflitto di interessi della Janeczek nel momento in cui lei critica Dal Lago e valutare lo scritto della Janeczek nel merito; se valuta lo scritto “interessato” ha tutto il diritto di farlo dato che la Janeczek per la posizione che occupa si espone – ripeto – inevitabilmente a questo tipo di critica.

  3. lorenzo galbiati Says:

    Approfitto per segnalare un refuso nel titolo, il nome di Dal Lago.

  4. vibrisse Says:

    Grazie, ho corretto.

    Galbiati: “Io penso che non sia OPPORTUNO che Saviano, che non è un critico letterario…”. Ritorna il problema: come si fa a distinguere una persona che è un critico letterario da una persona che non lo è?

    “…in Italia chi è di sinistra è bene non nasconda mai qualsiasi conflitto di interessi”. Magari anche chi è di destra, di centro, o dell’altrove assoluto.

    gm

  5. paolab Says:

    ho apprezzato molto l’articolo di Helena Janeczek. non solo per il merito, ma per il suo metodo che è una lezione di serenità e intelligenza. (devo fare anche una segnalazione, purtroppo. l’articolo di Helena deve essere molto piaciuto anche a Marco Travaglio, che su Il Fatto di ieri ha pubblicato alle pagine 10-11 un articolo sui “professionisti dell’antisaviano” che (tranne le ultime 2 colonne e mezzo dedicate a Sepe) è il perfetto ricalco -paragrafo per paragrafo, citazione per citazione, ragionamento per ragionamento – del pezzo di Helena. ovviamente mai citata. mah.

  6. lorenzo galbiati Says:

    Secondo me un critico letterario è colui che ha una conoscenza molto approfondita della produzione letteraria di un certo paese, una conoscenza tale da non farsi scappare quasi nessun libro di grande valore che viene pubblicato. Va da sè che un critico, per essere tale, oltre a questo deve saper recensire o comuqnue scrivere qualcosa sui libri di valore che nota, direi che deve quasi sentirsi in dovere di farlo, se si sente un critico.

    Le persone di destra – la destra di governo intendo – non possono far notare i loro conflitti di interesse perchè sono talmente tanti che si autodistruggerebbero l’immagine. Una destra – l’attuale destra di governo – che volesse evidenziare e risolvere i propri conflitti di interesse si autodistruggerebbe, dato che è sul conflitto di interesse che si regge.

    Mi fermo qui

    Sul blog di Geo qui
    http://georgiamada.splinder.com/post/22880744
    ho detto tutto il resto che mi sento di dire sulla questione del post, non andrò oltre.

  7. vibrisse Says:

    Ahimè, Galbiati, tutto quello che dici non basta, purtroppo, a distinguere con certezza una persona che è un critico letterario da una che non lo è. Si può solo ipotizzare che Saviano, considerando il libro di Janeczek un “libro di grande valore”, e probabilmente “sentendosi un critico”, sia sentito in “dovere” di recensirlo. Mentre si può aprire un dibattito, volendo, su che cosa sia una “conoscenza molto approfondita della produzione letteraria di un certo paese” (come si misura tale profondità? come si distingue una conoscenza approfondita da una che non è tale?); su come si distinguano dagli altri i “libri di grande valore”, quelli che un critico letterario non deve “farsi scappare”; eccetera.

    Secondo me sarebbe più semplice e pratico rinunciare a usare l’attribuzione della qualifica di “critico letterario”, in positivo o in negativo, per legittimare o delegittimare chi fa un discorso.

    Quanto al resto (destra/sinistra, conflitti d’interesse), rinuncio a rispondere. Ricordo solo che la specie umana è unica.

    gm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: