Gli ultimi occhi di mia madre

by

di Marco Candida

[Questo articolo di Marco Candida è apparso in Luminol].

ultimi-occhi-di-mia-madreSpesso si protesta: «Uno scrittore dovrebbe scrivere sempre perché ha qualcosa da dire». In verità la protesta potrebbe essere molto più radicale di così. Si potrebbe dire: «Uno scrittore dovrebbe scrivere sempre perché ha dirci la cosa definitiva». Perché sia tale uno scrittore non dovrebbe mai limitarsi ad arricchire una conversazione, un dibattito, ad aggiungere semplicemente qualcosa: dovrebbe invece ammazzarla una conversazione, soffocarlo un dibattito, dire quella cosa che subito fulmineamente esaurisce l’argomento e rende inutile ogni altro intervento. Ecco leggendo Gli ultimi occhi di mia madre di Patrizia Patelli si ha davvero l’impressione di essere davanti a un libro definitivo. Se il lettore di questa recensione decidesse veramente di spendere i suoi quindici euro per leggere questo libro, sia avvertito che dopo guarderà in maniera molto differente la letteratura. In questo romanzo di centosessanta pagine l’autrice ci parla della morte di sua madre. Nel libro non troverete una prosa esplosiva. Non troverete una trama articolata. Una struttura solida. Troverete, invece, un libro semplice semplice che eppure dà l’impressione di prendere da solo tutti i libri che avete letto fino a oggi e farli sembrare inutili, sciocchi, banali giochini e passatempi.

Continua a leggere la recensione in Luminol. Altri articoli su questo libro. La voce di Patrizia Patelli. Gli occhi di Patrizia Patelli.

Pubblicità

Tag: ,

2 Risposte to “Gli ultimi occhi di mia madre”

  1. Ausilio Bertoli Says:

    Un libro densissimo, profondo. Una fonte, un pozzo di emozioni. Tengo a riportare le mie impressioni dopo averlo letto.
    Bello e incisivo anche l’intervento di Marco Candida. Ma su un punto ho delle perplessità, ossia laddove sostiene tra virgolette che uno scrittore dovrebbe scrivere sempre perché ha da dirci la cosa definitiva. Suppongo intenda dire “la verità definitiva secondo la sua visione del mondo”, giacché nemmeno la Natura, Madre Natura, né tantomeno gli scienziati credo detengano la verità definitiva: continuano – infatti – a procedere per tentativi ed errori.
    Un forte saluto a Patrizia Patelli e a Marco, A. B.

  2. Al De Santis Says:

    Libro interessante, che come LUMINOL abbiamo voluto leggere anche perché è un testo prezioso, in quanto propone una visione forte della vita che è letteratura prima ancora di esserlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: