Questo pane è divino

by

di giuliomozzi

Tanto scandalo, nei giorni scorsi, per l’iniziativa di pubblicità ateistica inventata dall’Uaar, e non andata in porto (in Italia; in Spagna sì, invece, nonostante l’opposizione della chiesa cattolica; mentre a Londra pare che tutto sia filato tranquillo). Secondo il progetto, la campagna doveva avere questo aspetto:

campagnabus3tr4

Tra i vari “apriti cielo”, c’è stata anche la presa di posizione di un certo numero di autisti. Che si sono rivolti al sindacato per valutare la possibilità di una “obiezione di coscienza” (qui la notizia). (Un aggiornamento del 29.01.09).

Ma, allora, che cosa avrei dovuto fare io stamattina quando, ormai rientrato a casa, mi sono accorto di che cos’era stampato sul sacchetto del pane?

Tag: ,

5 Risposte to “Questo pane è divino”

  1. andrea branco Says:

    Ce ne sarebbe di cose su cui porre la propria “obiezione di coscienza”…

  2. andrea branco Says:

    sarebbero…perdono.

  3. camilla Says:

    quello che trovo divertente è l’evoluzione nei secoli nella guerra tra le religioni, un tempo movimenti ereticali consumati in oscuri monasteri e tribunali della santa inquisizione in camere sigillate e roghi ardenti in pubbliche piazze e libri proibiti ricopiati a caratteri stretti. oggi autobus degli atei contro autobus dei credenti, in un racconto di queneau si sarebbero lanciati frecce infuocate, e pubblicità di sette sul sacchetto del pane, in un racconto di bradbury da quel sacchetto sarebbe uscito dio in persona, che bei tempi per essere uno scrittore…

  4. Lucio Angelini Says:

    Per quanto mi riguarda, sono stato messo nel libro dei cattivi per non essermi convertito alla religione del N.I.E.

    http://lucioangelini.splinder.com/post/17037784/NEO-EPICHE+REAZIONI+AL+POST+DI

  5. simone battig Says:

    Mah..forse avresti dovuto fondare una setta dell’avvento dell’apprendista dal nome: SETTA APPRENDISTICA.
    Tra le frasi mistiche di un compendio apprendistico avresti potuto inserire, dal tuo racconto “l’apprendista”, quella che recita “L’apprendista è preso d’amore per il suo padrone. Il padrone possiede il futuro dell’apprendista, e quindi l’apprendista lo ama.”.
    A quel punto, muovendoti e presentandoti con il titolo di “Gran Maestro dell’apprendiStato” (notare l’assonanza politica equivoca) ti saresti potuto presentare alla sede della confartigianato veneta dimostrandogli quanto aderire alla setta avrebbe portato vantaggi economici e fisici alla loro attività e a loro stessi. A quel punto, la confartigianato avrebbe coinvolto il tessuto connettivo agricolo del veneto offrendo a Luca Zaia il titolo di Apprendista Magicum Orbe Terraqueo.
    Forte di questo inizio dirompente avresti proposto al ministro di mandare in televisione una pubblicità commissionata dal ministero che dicesse “Siamo tutti apprendisti: aiutaci a costruire un terra migliore”. E il gioco era fatto. Un milione di nuovi settari apprendisti era creato, e tra quel milione qualcuno che andava a prendere il pane al posto tuo lo trovavi di sicuro. ;))…ihih..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: